Opus Dei, Ocariz ricorda Bergoglio a Buenos Aires, con il cuore per la gente.

Il nuovo Prelato Ocariz
Foto: Daniel Ibanez/ CNA
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Primo incontro con i giornalisti per il nuovo prelato dell’ Opus Dei che ieri sera è stato eletto ed ha avuto la nomina dal Papa.

Come prassi la notizia della scelta del nome del prelato è nata all’interno dell’ Opus Dei e poi il Papa ha di fatto nominato Fernando Ocariz, fino ad oggi vicario ausiliare.

Spagnolo, nato a Parigi dove la famiglia era in esilio, il neo eletto ha voluto vedere i giornalisti vaticanisti nell’ Aula dedicata a monsignor del Portillo alla Università della Santa Croce a Roma.

Poche parole e molte strette di mano. Il prelato ha ricordato i suoi incontri con Bergoglio a Buenons Aires e lo ha definito una persona seria, con un grande cuore per la gente.

Sul futuro del lavoro all’Opus Dei, Ocariz ha messo in evidenza la necessità della educazione dei giovani e il sostegno della famiglia.

Da parte sua monsignor Fazio ha raccontato come sia stato lui a portare la notizia al Papa. Amico personale di Bergoglio Mariano Fazio è a sua volta vicario generale.  Trenta minuti di colloquio e un regalo per il nuovo prelato da parte del Papa: una immagine mariana. Papa Francesco ha raccomandato che il Prelato rimanga fedele al carisma di  San José Maria, il fondatore ora che non ci sono più i suoi collaboratori diretti, e che sia come Echevarria, audace e aperto.

Il prossimo 27 gennaio ci sarà la messa solenne di inizio del mandato. Intanto proseguono i lavori del terzo congresso elettorale per la decisione dei nuovi vicari e per le altre nomine.

Sorriso aperto e sguardo diretto, il nuovo prelato ha salutato personalmente praticamente tutti i presenti, e si è soffermato a pregare nella Chiesa di Sant’ Apollinare prima della breve conferenza  stampa.

Ti potrebbe interessare