Ordini e onorificenze, il modo dei Papi di spronare gli uomini a compiere buone azioni

Presentato nel Palazzo Apostolico un volume che raccoglie tutte le decorazioni della Santa Sede

La presentazione del volume della Lev, Ordres et décorations du Saint-Siège”, di Dominique Henneresse
Foto: Daniel Ibanez/ Aci Group
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Va riscoperta la virtù e il gusto del merito. Così il cardinale Segretario di Stato ha presentato ieri pomeriggio nella meravigliosa cornice della Sala Regia del Palazzo Apostolico in Vaticano un volume molto particolare: “Ordres et décorations du Sant- Siège” edito dalla Libreria editrice Vaticana e scritto da Dominique Henneresse.

Non è proprio un libero da comodino, piuttosto un sontuoso volume da salotto, con centinaia di immagini delle decorazioni che la Santa Sede ha conferito nei secoli a coloro che si sono distinti in opre di bene e di difesa della fede.

Perché questo è il punto, le decorazione e le onorificenze sono tutte un modo di dire grazie e di spronare a fare del bene.

Certo nella storia i criteri sono molto cambiati, molte delle antiche decorazioni sono scomparse o hanno mutato significato ma, come ha ripetuto il segretario di stato vaticano Pietro Parolin, non va mai fuori moda il senso dell’onore.

Il volume è stato illustrato da Fabio Cassani Pironti esperto di onorificenze già autore di un volume del genere guida pratica di galateo cavalleresco per il Corpo diplomatico accreditato presso la Santa sede.

Il professore ha fatto notare che la immagine di copertina del libro, le decorazioni dell’ Ordine Piano ( cioè voluto da Papa Pio IX), non hanno nessun segno religioso evidente e lo rendono così un vero segno di gratitudine per ogni persona di religione o credo non cristiano. Una onorificenza che in questo precorre i tempi.

Il volume è in assoluto “la prima opera che raccoglie tutte le decorazioni che sono state concesse dai Pontefici fin dall’inizio del secondo millennio” e sarà certamente un punto di riferimento.

Oggi l’Ordine più importante è l’Ordine Piano, e con il collare, il massimo grado di quest’ordine, in genere vengono insigniti i capi di Stato o i sovrani che si recano in visita di Stato da Pontefice. C’è poi l’Ordine di san Gregorio Magno e quello di san Silvestro Papa.

Un particolarità del volume è che l’autore non è uno storico ma un appassionato: manager di grandi aziende, direttore finanziario ma una una persona poliedrica nella carità è un collezionista di decorazioni e medaglie pontificie, ma naturalmente quelle documentate nel volume non sono solo della sua collezione.

Sfogliando il bellissimo volume si riscoprono pagine di storia della Santa Sede e della diplomazia vaticana e si comprende anche che si tratta di un sistema di ricompense. I Pontefici così hanno un modo di spronare gli uomini a compiere buone azioni.

Ti potrebbe interessare