Padre Massimo Fusarelli, Ministro Generale dell'Ordine dei Frati Minori, visita l'Ucraina

Dal 10 al 16 aprile il Ministro Generale dell’Ordine dei Frati Minori, Padre Massimo Fusarelli, accompagnato dal ministro

Padre Massimo Fusarelli
Foto: Custodia.org
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Dal 10 al 16 aprile il Ministro Generale dell’Ordine dei Frati Minori, Fr Massimo Fusarelli, accompagnato dal ministro provinciale di Assisi, Fr Francesco Piloni, effettuerà una visita in Romania, Ucraina e Polonia.

Il Ministro Generale, in rappresentanza di tutta la sua famiglia e realtà francescana, dei fratelli consacrati, amici della famiglia laicale e dei volontari tutti, "sarà così presente nel territorio del conflitto e paesi limitrofi per ascoltare, accogliere ed essere segno di prossimità per tutti coloro che oggi vivono e soffrono le ferite profonde della guerra", riporta un comunicato ufficiale.

Dal 10 al 12 aprile il Ministro Generale è stato parte di una delegazione internazionale di leaders reiligiosi per un “Pellegrinaggio Interreligioso di solidarietà con il popolo ucraino”. Obiettivo ultimo della missione - organizzata del Peace Department e Elijah Interfaith Institute colgliendo l’ispirazione dl Glocalities – è dimostrare con l'esempio che in tempi di guerra e di divisione possiamo e dobbiamo continuare ad appellarci ai più alti valori dell'umanità che ci uniscono e che accomunano tutte le fedi religiose.

La delegazione di leaders religiosi – che effettueranno questa visita cruciale ai campi dei rifugiati e alla città di Chernivtsi – sarà composta da: l'arcivescovo di Canterbury (emerito), Rowan Williams (anglicano, Regno Unito), il rabbino Jonathan Wittenberg (Ebreo, Regno Unito), il Gran Mufti (Emerito) Mustafa Ceric (Musulmano, Bosnia), l'arcivescovo Nikitas Lulias (arcivescovo ortodosso del Regno Unito), Grand Imam Yahya Pallavacini (Musulmano, Italia), Swami Sarvapriyananda (Hindu, India/USA) e Badessa Suor Giác Nghiêm (Buddista, Francia).

Apice della visita della delegazione un evento pubblico il 12 aprile, nel teatro principale di Chernivtsi in Ucraina. Le parole dei partecipanti alla delegazione sono accompagnate dalle testimonianze di rifugiati. Questo il primo evento pubblico consentito al teatro dall'inizio della guerra. È un evento e occasione che riveste una importanza storica. James Sternlicht, fondatore di Peace Department, ha detto: "In questo momento, in un mondo attanagliato da una profonda oscurità, dobbiamo unirci per guarire l'umanità", a cui fa eco il rabbino Goshen-Gottstein, fondatore e direttore esecutivo di Elijah Interfaith Institute, che ha affermato: “Per quanto ne so, questa è la prima volta in assoluto che una delegazione interreligiosa ha intrapreso una missione di amicizia e solidarietà, entrando in un paese in guerra. Ciò è tanto più notevole seLa delegazione farà poi una breve visita ai Frati francescani della Transilvania nel santuario mariano di Csíksomlyó e quindi a Suceava in Romania e poi a Chernovtsy in Ucraina.

Dal 13 aprile, il Ministro Generale proseguirà la sua visita visitando una casa dei frati di rito greco cattolico e due case dei frati della provincia di San Michele, incontrando anche lì i rifugiati e le persone che hanno bisogno di assistenza. Concluderà la sua visita in Polonia incontrando a Kalwaria i frati e i tanti rifugiati che vi hanno trovato accoglienza si considera l'alto livello dei rappresentanti religiosi.”

Fra Massimo Fusarelli ha accolto questo invito per farsi vicino, a nome di tutti i frati dell’Ordine, a questa terra e a queste tutte le persone ferite dalle conseguenze dal conflitto.

 

 

Ti potrebbe interessare