Papa Francesco all' ACR: grazie per il vostro impegno nell'accoglienza

Il Papa riceve la torta per il compleanno dai ragazzi di AC
Foto: Osservatore Romano
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Udienza festosa come sempre quella del Papa ai ragazzi di Azione Cattolica, rgazzi . ha detto Francesco che “ si sentono più coinvolti nella Chiesa, sentono che Gesù non è lontano, ma è vicino, in mezzo noi, e questo dà tanta gioia! E così partecipate meglio al catechismo e alla Messa, imparate a leggere e seguire il Vangelo, e piano piano diventate anche voi missionari, cioè capaci di portare Gesù agli altri.”

Il Papa ha ricordato il tema della riflessione formativa dell’ anno  “Viaggiando verso Te” ed ha detto: “siamo tutti in viaggio verso il Signore, ma tanti non ci pensano! Invece voi volete vivere pienamente questo “viaggio”. Ma che cosa significa “viaggiare verso il Signore”? Significa percorrere la strada del bene, non quella del male; la strada del perdono non quella della vendetta; la strada della pace, non quella della guerra; la strada della solidarietà, non quella dell’egoismo.”

Francesco ha ricordato anche la iniziativa di carità dei ragazzi a favore dei migranti in Sicilia in aiuto ai “fratelli e sorelle che arrivano carichi di speranze ma anche di tante ferite e tante necessità, in cerca di pace e di pane.”

E tanti sono proprio bambini: “Ieri nell’udienza mi è stato presentato dai genitori un bambino di colore, un bambino che avrà cinque mesi, e mi hanno detto: “E’ nato sul barcone al largo della Sicilia”… Tanti, tanti… Tanti bambini riescono ad arrivare, altri no. E tutto quello che voi farete per questa gente è buono, grazie di farlo.” E a proposito della ricucina il Papa e un bambino hanno fatto un divertente scambio di battute: “Se voi avete due caramelle e tu hai accanto a te il tuo amico o la tua amica che non ne ha, cosa fai? Cosa fate?” Un bambino ha risposto : “Gliene do una” Gliela date. E se voi avete una caramella e lui niente, cosa fate? Un bambino risponde: “A metà!” La metà! Va bene! Vai avanti così.”

Il Papa ha ringraziato gli educatori e augurato buon Natale a tutte le famiglie.

Ti potrebbe interessare