Papa Francesco benedice la Fiaccola benedettina: la meta è l'Ungheria

Pubblicato il programma delle celebrazioni della Fiaccola Benedettina 2020. Oggi il Papa ha salutato le delegazioni e benedetto la Fiaccola simbolo di pace

Il Papa benedice la Fiaccola durante l’Udienza Generale
Foto: Daniel Ibanez / ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

E' stato presentato in questi giorni il programma delle Celebrazioni Benedettine 2020. Le delegazioni sono state ricevute oggi da Papa Francesco durante l'Udienza Generale. A salutare Papa Francesco e ad accompagnare le delegazioni l'Arcivescovo di Spoleto-Norcia, Monsignor Renato Boccardo e l’Abate di Montecassino, dom Donato Ogliari.

La Fiaccola “Pro Pace et Europa Una” anche quest’anno gode dell’alto Patrocinio del Parlamento Europeo in quanto permette “di mettere in rilievo la straordinaria importanza dei valori della giustizia e della pace e della loro diffusione presso i popoli e i responsabili della politica a livello mondiale”.

Il 22 febbraio, presso la Basilica di San Benedetto a Norcia verrà accesa la Fiaccola “Pro Pace Et Europa Una” come concreto simbolo di speranza. A scortare la Fiaccola, oltre i cortei storici delle tre città gemellate dal 2017 nel nome di S. Benedetto, i giovani del Corpo di solidarietà europeo e i tedofori della Fiaccola, rappresentati dai gruppi sportivi “Norcia Run”, “Marciatori Simbruini” e “Cus Cassino”.

La Fiaccola sarà poi condotta a Budapest, in Ungheria, dove sarà accolta dalle autorità locali, civili e religiose. A loro sarà donato il messaggio di pace 2020 da parte della delegazione italiana. ll programma in terra ungherese sarà particolarmente ricco e scandito da incontri istituzionali, religiosi e civili.
A Pannonhalma saranno riuniti tutte le abbazie benedettine di Ungheria che in una suggestiva cerimonia, riceveranno in delle lanterne la Luce della Fiaccola “Pro Pace Et Europa Una”, che il 21 Marzo, giorno di San Benedetto, saranno esposte nelle chiese delle rispettive abbazie: "la luce di Benedetto da Norcia che irradia, ancora, l’Europa".

Dopo il rientro in Italia, domenica 8 marzo la Fiaccola sarà accolta a Subiaco presso il Sacro Speco. Sabato 14, invece, a Montecassino - sulla tomba del Santo - e poi a Cassino. Da qui, scortata dai gruppi podistici delle tre città, la staffetta con la Fiaccola percorrerà proprio il tracciato del Cammino per fare rientro a Norcia la sera del 20 marzo.

 

Ti potrebbe interessare