Papa Francesco, da lui il 29 maggio mille adultissimi di Azione Cattolica

L'icona di Maria Immacolata della Domus Mariae che sarà presenata a Papa Francesco al termine dell'udienza generale del 29 maggio
Foto: Azione Cattolica
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Sarà con la consegna a Papa Francesco dell’icona di Maria Immacolata della Domus Mariae il prossimo 29 maggio che terminerà la “staffetta mariana” che da dicembre 2018 ha accompagnato gli appuntamenti di Azione Cattolica in molte città d’Italia.

La peregrinatio Mariae è parte degli appuntamenti “Di generazione in generazione”, l’iniziativa per i 150 anni di Azione Cattolica che ha visto la partecipazione di bambini, ragazzi, giovanissimi, giovani adulti e adultissimi confrontarsi su vari temi. L’icona che sarà presentata al Papa, e che è stata in peregrinatio, è una riproduzione iconografica d Maria Immacolata donata alla Domus Mariae di Roma dalla Gioventù Femminile dell’Azione Cattolica Italiana.

È stato un percorso che ha voluto coinvolgere le generazioni, ma soprattutto valorizzare la vocazione degli adultissimi, che, avanti con l’età, sono comunque chiamati a dare un contributo di esperienza.

Gli over65 dell’Azione Cattolica sono oltre 60 mila, e ce ne saranno 1000 in udienza generale il prossimo 29 maggio a presentare l’icona a Papa Francesco. Dopo l’udienza generale, saluteranno il Papa, reciteranno il Regina Coeli e quindi entreranno in corteo nella Basilica di San Pietro.

Lì ci sarà il saluto ai partecipanti dell’assistente e dei vice presidenti nazionali Ac per il Settore Adulti, don Fabrizio De ToniGiuseppe Notarstefano e Maria Grazia Vergari.

In seguito, una messa presieduta dal cardinale Angelo Comastri, vicario generale di Papa Francesco per la Città del Vaticano, e poi le testimonianze di alcuni presenti, la riflessione di Matteo Truffelli, presidente nazionale di Azione Cattolica, e del vescovo Gualtiero Sigismondi, assistente ecclesiastico generale.

La giornata in Basilica si chiuderà con il pellegrinaggio presso la tomba di San Paolo VI.

Si legge in un comunicato dell’Azione Cattolica che “l’incontro di Roma, il pellegrinaggio e l’abbraccio con Papa Francesco, sono un ulteriore segno della volontà dell’Azione cattolica di valorizzare il protagonismo degli adultissimi, il tesoro grande di fedeltà, di passione e di esperienza dei ‘nonni associativi’.”

Questo perché “in Azione Cattolica anche l’età anziana è un tempo privilegiato; un tempo che permette di vivere in pienezza, di fare sintesi della vita; è il tempo della bellezza e della riconoscenza; è il tempo della contemplazione e della preghiera.” 

Ti potrebbe interessare