Papa Francesco in volo verso la Colombia

Papa Francesco durante un volo papale
Foto: L'Osservatore Romano, ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

E’ ormai una consuetudine per Papa Francesco incontrare prima di ogni viaggio internazionale un piccolo gruppo di persone in difficoltà di cui si prende cura l’Elemosineria pontificia. Cosi il Papa, prima di recarsi all’aeroporto di Fiumicino, questa volta ha salutato due famiglie, composte da 5 persone, alle quali è andata a fuoco la propria abitazione durante gli ultimi incendi estivi nella zona di Ponte Mammolo a Roma.

E’ iniziato così il 20° Viaggio Apostolico Internazionale di Papa Francesco alla volta della Colombia. L’aereo con a bordo il Santo Padre, un A330 dell’Alitalia, è decollato dall’aeroporto internazionale di Roma-Fiumicino alle ore 11. L’atterraggio alla Base Aerea CATAM dell’aeroporto di Bogotà è previsto per le ore 16.30 locali (le 23.30 ora di Roma).

A causa di un uragano sui Caraibi il volo del Papa seguirà una rotta più a sud entrando nello spazio aereo di altri tre Paesi, modificando quindi le rotte iniziali.

Papa Francesco è il terzo Pontefice, in ordine cronologico, a recarsi in Colombia, ma il primo Papa latinoamericano a visitare il Paese. Il viaggio apostolico, dal 6 all’11 settembre a Bogotà, Villavicencio, Medellin e Cartagena, prevede dodici avvenimenti pubblici: incontro con le autorità, con i Vescovi, con il Comitato direttivo del CELAM, 4 celebrazioni eucaristiche, la beatificazione dei Servi di Dio Jesus Emilio Jaramillo Monsalve e Pedro Maria Ramirez Ramos, un grande incontro di preghiera, le visite alla casa famiglia Hogar Josè e al Santuario di Pedro Claver, infine un incontro con il clero e i religiosi.

Questo 20esimo viaggio di Francesco – annunciato il 10 marzo scorso – intende suggellare il nuovo corso di riconciliazione della Nazione colombiana. Il Papa per il popolo colombiano sarà un “banditore di pace”, come raffigurati negli striscioni e sulle bandierine di benvenuto.

Come consuetudine il Pontefice ha inviato un telegramma al Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella: “Nel momento in cui lascio Roma per recarmi in Colombia per sostenere la missione della Chiesa locale e portare un messaggio di speranza, mi è caro rivolgere a lei il mio deferente saluto”. Infine il Papa augura alla nazione italiana “fervidi auspici per il benessere spirituale, civile e sociale”.

Da parte sua il Presidente Mattarella scrive: "L'Italia e la comunità internazionale guardano con grande interesse a questa Sua missione in un Paese che ha intrapreso un cammino di pace e riconciliazione difficile ma carico di speranza. La Sua presenza sarà fonte di incoraggiamento per la società colombiana nel suo insieme, e recherà anche un importante segnale di pace in una regione ancora scossa da dolorose inquietudini, cui l'intera comunità internazionale guarda con crescente preoccupazione".

Francesco ha ringraziato tutti i giornalisti presenti sul volo: " Grazie per accompagnarmi in questo viaggio speciale perchè aiutiamo la Colombia ad andare avanti nel suo percorso di pace. Vi prego una preghiera per questo e anche per quando voleremo sopra il Venezuela: preghiamo affinchè ci possa essere il dialogo con tutti e una buona stabilità".

Ti potrebbe interessare