Papa Francesco: "La carità è l'amore veramente libero e liberante"

“La libertà si realizza nella carità”. La catechesi di Papa Francesco

Il Papa durante l’Udienza
Foto: Daniel IbaneZ / ACI Group
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il Papa durante l'Udienza generale odierna continua il ciclo di catechesi sulla Lettera ai Galati dell’Apostolo Paolo e incentra la sua meditazione sul tema: “La libertà si realizza nella carità”. "L’Apostolo Paolo, con la sua Lettera ai Galati, poco alla volta ci introduce nella grande novità della fede. È davvero una grande novità, perché non rinnova solo qualche aspetto della vita, ma ci porta dentro quella vita nuova che abbiamo ricevuto con il Battesimo. Lì si è riversato su di noi il dono più grande, quello di essere figli di Dio", spiega subito Papa Francesco.

Durante l'Udienza il Papa fa salire un bambino sul palco dell'Aula Nervi e lo lascia libero di giocare ed esprimersi. "Mi è venuto in mente quello che Gesù diceva sulla spontaneità dei bambini, il bambino si muoveva come fosse a casa sua, anche voi se non vi fate come bambini non entrerete nel Regno dei cieli, io ringrazio questo bambino per la lezione che ci ha dato a tutti, i bambini non hanno traduttore automatico dal cuore alla vita, il cuore va avanti",dice a braccio il Papa.

Ma qual è la nostra libertà ? Per Paolo "la libertà non è un vivere libertino, secondo la carne ovvero secondo l’istinto, le voglie individuali e le proprie pulsioni egoistiche; al contrario, la libertà di Gesù ci conduce a essere a servizio gli uni degli altri. La vera libertà, in altre parole, si esprime pienamente nella carità".

"Siamo liberi nel servire; ci troviamo pienamente nella misura in cui ci doniamo; possediamo la vita se la perdiamo", dice Papa Francesco.
"È l’amore di Cristo che ci ha liberati ed è ancora l’amore che ci libera dalla schiavitù peggiore, quella del nostro io; perciò la libertà cresce con l’amore. Ma attenzione: non con l’amore intimistico, da telenovela, non con la passione che ricerca semplicemente quello che ci va e ci piace, ma con l’amore che vediamo in Cristo, la carità: questo è l’amore veramente libero e liberante", commenta Papa Francesco.

"Per Paolo dunque la libertà non è fare quello che pare e piace - sottolinea il Pontefice - A chi è tentato di ridurre la libertà solo ai propri gusti, Paolo pone dinanzi l’esigenza dell’amore. La libertà guidata dall’amore è l’unica che rende liberi gli altri e noi stessi, che sa ascoltare senza imporre, che sa voler bene senza costringere, che edifica e non distrugge, che non sfrutta gli altri per i propri comodi e fa loro del bene senza ricercare il proprio utile".

"Sappiamo invece che una delle concezioni moderne più diffuse sulla libertà è questa: “la mia libertà finisce dove comincia la tua”. Ma qui manca la relazione! È una visione individualistica. Invece, chi ha ricevuto il dono della liberazione operata da Gesù non può pensare che la libertà consista nello stare lontano dagli altri, sentendoli come fastidi, non può vedere l’essere umano arroccato in sé stesso, ma sempre inserito in una comunità. La dimensione sociale è fondamentale per i cristiani, e consente loro di guardare al bene comune e non all’interesse privato", conclude cosi il Papa la sua catechesi.

 

Ti potrebbe interessare