Papa Francesco, perché la famiglia viva in pace e creatività in questa quarantena

Nella omelia il Papa ricorda che il Signore è morto per tutti e ci libera dalla psicologia della divisione

Il Papa celebra la Messa a Santa Marta
Foto: Vatican Media
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

“Preghiamo per le famiglie n questo tempi di quarantena la famiglia chiusa a casa cerca di fare tante cose nuove tanta creatività coni bambini e tutto per  andare avanti. E anche c’è l’altra cosa che talvolta c’è la la violenza domestica.  Preghiamo per la famiglia perché continui in pace e creatività in questa quarantena”. 

Questa la intenzione della messa di oggi celebrata da Papa Francesco nella cappella della residenza di Santa Marta.

Nel commento alle letture dei giorno il Papa ricorda come nella Chiesa primitiva e anche oggi ci sia la tentazione di dire: noi siamo giusti e gli altri peccatori: “questa è una malattia della Chiesa che nasce dalla ideologie e dai partiti religiosi”.

Al tempo di Gesù erano almeno quattro che interpretava la legge secondo la idea che aveva della legge, e questa idea è fuori legge, quando un modo di sentire mondano si fa interprete della legge, dice il Papa.

Ci sono delle idee che fanno divisione al punto che è più importante la divisone che l’unità, ma la unità è lo Spirito Santo che mi guida.

Il Papa usa l’immagine del fiume per la unità della Chiesa, tanti differenze in un unico grande fiume “pur con le peculiarità, non divide”. La chiesa ha questo ampiezza di fiume perché il Signore lo vuole cosi.

E il Signore dice ho altre pecore e sono pastore di tutti. Questo è molto importante, è venuto per tutti é morto per tutti anche per gente che non crede, non è proselitismo, ma lui è morto per tutti.

Abbiamo un solo redentore una sola unità, invece la tentazione è la divisione. E dice il Papa,

Pensiamo noi al dopo Concilio, con le divisioni, certo è lecito pensare diversamente ma nell’unità della Chiesa sotto il Pastore Gesù.

La preghiera per l’ unita di tutti gli uomini e le donne è che  abbiamo un unico pastore Gesù

Il Signore ci libera dalla psicologia della divisione e ci aiuta a vedere di Gesù, la cosa grande che in Lui siamo tutti fratelli e lui è il pastore di tutti. Tutti, la parola tutti ci accompagni durante la giornata.

Ti potrebbe interessare