Papa: "Pregare per i nostri nemici guarisce il cuore e rende più simili a Dio "

Papa Francesco a Santa Marta
Foto: L'Osservatore Romano
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Pregare per i nemici  è l'atteggiamento che più ci avvicina alla perfezione cristiana. E' la riflessione di Papa Francesco nella Messa odierna a Santa Marta.

Secondo quanto diffuso dalla Radio Vaticana, Francesco commenta il brano del Vangelo in cui Gesù esorta i discepoli a tendere alla perfezione di Dio, “che fa sorgere il suo sole sui cattivi e sui buoni”. E invita tutti a pregare " per chi ci vuole male".

Il Papa rammenta i due modi di intendere la Parola di Dio: la Legge proposta dai dottori della legge, in modo schematico al popolo ebraico dai suoi capi e la “pienezza” di quella stessa Legge che Cristo afferma di essere venuto a portare.

“La spiegazione della Legge in quel tempo – osserva il Papa– era in crisi. Era una spiegazione troppo teorica, casistica... Diciamo che era una legge in cui non c’era il cuore proprio della Legge, che è l’amore di Dio, che ha dato a noi. Per questo il Signore ripete quello che era nell’Antico Testamento: il Comandamento più grande qual è? Amare Dio con tutto il cuore, con tutte le tue forze, con tutta l’anima, e il prossimo tuo come te stesso. E nella spiegazione dei Dottori della Legge questo non era tanto al centro. Al centro c’erano i casi: ma si può fare questo? Fino a che punto si può fare questo? E se non si può?La casistica proprio della Legge. E Gesù prende questo e riprende il vero senso della Legge per portarlo alla sua pienezza”.

E qui Francesco elenca i nuovi modi che Gesù utilizza per mostrare i Comandamenti sotto una luce nuova: "Non uccidere può voler dire anche non insultare un fratello e avanti e su fino a porre in risalto come l’amore sia più generoso della lettera della Legge. E' un lavoro di guarigione del cuore. C’è un cammino di guarigione: un cuore ferito dal peccato originale deve andare per questa strada di guarigione e guarire per assomigliare al Padre, che è perfetto: siate perfetti come è perfetto il Padre Vostro Celeste. Una strada di guarigione per essere figli come il Padre”.

Papa Francesco sottolinea le indicazioni di Gesù per la guarigione del cuore e per assomigliare al Padre: " Amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano”.

"E' lo scalino più difficile - afferma il Papa ricordando che da ragazzo, pensando a uno dei grandi dittatori dell’epoca, si era soliti pregare che Dio gli riservasse presto l’inferno - ma pregare per i nemici, pregare per quelli che ci vogliono male, che non ci vogliono bene, farà due cose: a lui lo farà migliorare, perché la preghiera è potente, e a noi ci farà più figli del Padre”.

 

 

Ti potrebbe interessare