Pierre Gerlier, un Cardinale Giusto tra le Nazioni

Fu Arcivescovo di Lione durante la II Guerra Mondiale. Oggi ricorre il 55/mo anniversario della morte

Il Cardinale Gerlier
Foto: Yad Vashem
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Ricorre oggi il 55/mo anniversario della morte del Cardinale Pierre Gerlier, Arcivescovo di Lione e Primate delle Gallie, ma soprattutto un Giusto tra le Nazioni.

Nato a Versailles nel 1880, combattè durante la Prima Guerra Mondiale. La sua fu una vocazione adulta: fu ordinato sacerdote a 41 anni, nel 1921, e lavorò nella diocesi di Parigi.

Nel 1929 Pio XI lo elegge Vescovo di Tarbes-Lourdes. 8 anni dopo lo stesso Papa Ratti lo promuove Arcivescovo di Lione e Primate delle Gallie. E il 13 dicembre dello stesso anno viene creato cardinale di Santa Romana Chiesa, del titolo presbiterale della Santissima Trinità al Monte Pincio.

Con l'inizio della Seconda Guerra Mondiale e l'occupazione tedesca della Francia, il Cardinale Gerlier si spende per salvare gli ebrei perseguitati. Questo suo impegno gli sarà riconosciuto postumo e sarà dichiarato Giusto tra le Nazioni nel 1981. Nel corso della Guerra conttibuì a nascondere un centinaio di bambini ebrei, continuando a criticare pubblicamente il regime razzista di Vichy.

Dopo la guerra ebbe come collaboratore e segretario il futuro Cardinale Segretario di Stato Jean Marie Villot che Giovanni XXIII nominò nel 1959 Arcivescovo coadiutore di Lione con diritto di successione.

Il Cardinale Gerlier muore il 17 gennaio 1965 all'età di 85 anni.

Ti potrebbe interessare