Sapevate che il surf ha un santo patrono? Ecco di che si tratta

Sapevate che la Chiesa cattolica ha un santo patrono del surf? In occasione dell'International Surf Day che si è tenuto questo mese, l'agenzia ACI prensa ha condiviso la storia del patrono del surf per tutti coloro che praticano questo sport sulle onde e

La medaglietta con San Cristoforo
Foto: ACI Prensa
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Sapevate che la Chiesa cattolica ha un santo patrono del surf? In occasione dell'International Surf Day che si è tenuto questo mese, l'agenzia ACI prensa ha condiviso la storia del patrono del surf per tutti coloro che praticano questo sport sulle onde e si affidano alla sua intercessione.

Il suo nome è San Cristoforo, lo stesso santo patrono dei viaggiatori. Nel 1960, la California (Stati Uniti), era diventata uno dei luoghi più desiderati dai surfisti. Gli amanti di questo sport, che venivano sulle sue spiagge alla ricerca delle onde migliori, condividevano tra loro alcune medaglie di San Cristoforo prima di entrare in mare.

Queste medaglie erano appese al collo come simbolo di protezione e fu da allora che il modello dei viaggiatori divenne anche quello del surf.
Su un lato della medaglia, si può vedere l'immagine di San Cristoforo – sempre raffigurato come un uomo forte e burbero – che rema mentre porta il bambino Gesù sulle spalle con la scritta "San Cristoforo proteggici".

https://www.aciprensa.com/noticias/sabias-que-el-surf-tiene-un-santo-patron-esta-es-su-historia-49702 Qui la storia di San Cristoforo

 

Ti potrebbe interessare