Seminario Romano Maggiore, al via il restauro della cappella

Lo ha deciso il Cardinale De Donatis, Vicario Generale per la Diocesi di Roma

La cappella del Seminario Romano Maggiore
Foto: Pontificio Seminario Romano Maggiore
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Al via i lavori di restauro della Cappella del Pontificio Seminario Romano Maggiore. Lo ha deciso il Cardinale Angelo De Donatis, Vicario Generale di Sua Santità per la Diocesi di Roma. Ad approvare il progetto è stato Papa Francesco che ha voluto che l'immagine della Madonna della Fiducia restasse centrale.

"Tutta l’area del presbiterio è stata ripensata: altare, ambone, sede, coro, abside. Il tabernacolo rimarrà quello attuale, sebbene ricollocato; le vetrate assumeranno il ruolo di dare maggiore luce e manifestare la bellezza del Risorto", ha spiegato il Cardinale De Donatis.

"Lo spazio liturgico - ha aggiunto il Cardinale Vicario, come riporta il sito della Diocesi - non è un luogo dove fare qualcosa per Dio o un perimetro in cui tentare, vanamente, di racchiudere il suo mistero, bensì il grembo della Chiesa in cui i suoi figli radunati dalla Parola sono trasformati in concittadini dei santi e dei familiari di Dio, ricevendo l’anticipo del banchetto di nozze dell’Agnello. Chi si prepara al presbiterato dovrebbe poter respirare a pieni polmoni questa realtà; entrando in una Cappella un seminarista ha il diritto di intuire e gustare in un colpo d’occhio quale grazia sarà chiamato a ministrare. I luoghi, insieme al tempo, parlano e formano più delle parole".

Il progetto, affidato al gesuita Marko Rupnik, è stato finanziato grazie al lascito di un benefattore deceduto.

Ti potrebbe interessare