Stazioni quaresimali, i francescani del Foro romano ai Santi Cosma e Damiano

Il vestibolo dell' Antica Basilica
Foto: http://www.cosmadamiano.com/
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

La Basilica dei Santi Cosma e Damiano dal 1512 è la casa madre dei Frati Francescani del Terzo Ordine Regolare.

Oggi giovedì della III settimana di Quaresima la chiesa accoglie il rito della Stazione nel cuore del Foro Romano con lo sguardo ai due santi medici.

La chiesa è in certo senso parte del Foro. Nell’anno 526 papa Felice IV ebbe il permesso dal re Teodorico di usare questa parte della ex biblioteca ormai in disuso dopo la caduta dell’ Impero Romano d’ Occidente. E la chiesa dedicata dal papa è diventata il primo luogo del culto cristiano nell’area del Foro Romano. 

La cura pastorale è affidata ad un ramo particolare della famiglia francescana,

Il movimento del Terzo Ordine Francescano (TOF) inizia alla scuola di Francesco  nell’autunno del 1211 e si amplia nella primavera del 1212, continuando il suo prodigioso sviluppo, in spazio e numero,  nei decenni successivi.

Il Serafico Padre propone ai  Terziari tre documenti molto preziosi: la «Prima Lettera ai fedeli penitenti» (1215), la «Seconda Lettera ai fedeli penitenti» (1221) e il «Memoriale propositi» (regola del 1221). Questo documento rappresenta una vera approvazione.

Di seguito si sviluppa anche un fenomeno particolare, alcuni Terziari, uomini e donne, manifestano il desiderio di un impegno maggiore verso la perfezione cristiana e cominciano a vivere in comunità, professando gradualmente i consigli evangelici.

Dopo diverse vicende storiche il Terzo Ordine Regolare oggi ha un apostolato di pastorale nelle parrocchie, opere di misericordia per i bisognosi, scuole per la gioventù, catechesi e predicazione, insegnamento, apostolato della stampa, missioni.

La spiritualità tradizionale dei Terziari Regolari di San Francesco deriva dal movimento penitenziale francescano con l’ impegno di conversione costante al Dio vivente nel senso biblico e opere di misericordia, da esercitare secondo i luoghi e i tempi. Per tale motivo, nei documenti storici e giuridici, vicino al nome dell’Ordine è costantemente aggiunta la specificazione “de poenitentia”.

La basilica è una luogo molto amato dalle coppie di sposi e per questo i francescani hanno una cura particolare.

 

Ti potrebbe interessare