Talitha Kum festeggia il 10° anniversario della rete anti-tratta

Dieci storie raccolte dalle suore impegnate contro la tratta nel mondo per celebrare i 10 anni di Talitha Kum, la rete internazionale della vita consacrata contro il traffico di persone della UISG.

Talitha Kum contro la tratta
Foto: Talitha Kum
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Dal 21 al 27 settembre la UISG -Unione Internazionale della Superiore Generali - celebra il 10° anniversario della rete anti-tratta. Ottantasei delegate, provenienti da 48 Paesi, si riuniranno a Roma per decidere il futuro dell’impegno delle suore contro il traffico di persone.

Tante le storie che testimoniano la lotta di Talitha Kum contro la tratta. Mihaela  è una ragazza di 27 anni, romena. Nel suo passato ci sono la strada e la prostituzione, oggi studia giurisprudenza per aiutare chi come lei è stata vittima della tratta. Paola era una guerrigliera delle Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia, oggi è un’imprenditrice e insieme al compagno realizza pignatte per le feste dei bambini. Somchai è stato uno dei tanti schiavi sui pescherecci thailandesi. Ora ha una casa e ha ripreso il suo vecchio lavoro. Sono solo alcuni dei protagonisti delle 10 storie raccolte dalle suore impegnate contro la tratta nel mondo per celebrare i 10 anni di Talitha Kum, la rete internazionale della vita consacrata contro il traffico di persone della UISG.

La schiavitù è ancora presente nel mondo dove viviamo. Un fenomeno che oggi coinvolge almeno 40 milioni di persone, per il 70% donne e bambini (Unodc, 2019). Talitha Kum è presente in 92 Paesi con 44 reti nazionali nei 5 continenti: 9 in Africa, 11 in Asia, 15 in America, 7 in Europa e 2 in Oceania.

Nei giorni dell’assemblea, Sr. Patricia Murray (segretaria esecutiva della UISG) e Sr. Gabriella Bottani (coordinatrice internazionale di Talitha Kum) offriranno un aggiornamento sull’impegno della UISG e di Talitha Kum nel mondo. Mentre le storie di successo e i progetti in corso saranno narrati attraverso la testimonianza diretta delle religiose e delle sopravvissute alla tratta, come Blessing Okoedion, oggi scrittrice e mediatrice culturale. Un riconoscimento speciale sarà assegnato a 10 suore che in questi anni si sono contraddistinte per il loro impegno, offrendo un determinante supporto alla nascita delle reti nei differenti Paesi.

La conferenza vedrà la partecipazione di numerosi esperti internazionali, come Teresa Albano, Maria Grazia Giammarinaro, Bahija Jamal, Carlos Andres Perez e suor Angela Reed, che daranno una panoramica sul fenomeno della tratta e un forte impulso alla predisposizione delle lineeguida che indirizzeranno il lavoro delle reti nei prossimi anni.

Il 26 settembre le 86 delegate incontreranno in udienza privata Papa Francesco.

Ti potrebbe interessare