Un film sul "Samurai di Cristo", presto canonizzato da Papa Francesco

Justo Takayama
Foto: korazym.org
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

"Ukon il Samurai la via della spada la via della croce" è il nuovo film documentario , in anteprima ad Aprile, sulla straordinaria vita e esperienza del "Samurai di Cristo".

 

Takayama Ukon è un samurai convertitosi al cristianesimo e la sua storia può essere paragonata a quella di un vero martire della fede. 

 

Ukon affrontò l'esilio piuttosto che rinunciare alla propria fede cattolica e questo ha convinto Papa Francesco a firmare il decreto di beatificazione, per la sua fedeltà a Cristo e alla sua Chiesa.

 

Takayama Ukon, conosciuto con il nome cristiano di Justo, non ha esitato a rinunciare a una posizione sociale di alto rango, a nobiltà e ricchezza, a una vita di agi e lusso, ma ha deciso di restare aggrappato intimamente a Cristo e pubblicamente fedele al Vangelo. 

 

Justo Takayama nacque nel 1552 in una famiglia di grandi proprietari terrieri e membri della classe dirigente dei signori feudali. Tre anni prima della sua nascita, il missionario gesuita Francesco Saverio introdusse il cristianesimo in Giappone. La figura colpì il padre di Takayama, Dario, che si fece cattolico insieme a tutta la famiglia quando Ukon aveva 12 anni.

 

Quando lo shogun Toyotomi Hideyoshi salì al potere, i suoi consiglieri lo invitarono a vietare la pratica del cristianesimo. Tutti i grandi feudatari accettarono la disposizione, tranne Ukon. Perse le sue proprietà, la sua carica, il suo status sociale, l'onore e la rispettabilità. Il samurai divenne un vagabondo e fu costretto all'esilio a Manila dove, appena 40 gorni dopo l'arrivo, ammalatosi, morì il 4 febbraio 1615. 

 

La sua conversione ha spianato la strada per l'evangelizzazione del Sol Levante. La Conferenza episcopale nipponica ha presentato alla Congregazione per le Cause dei Santi un faldone di 400 pagine contenenti i documenti necessari per la causa. Papa Francesco ha messo la firma e dunque presto il samurai di Cristo sarà beato.

 

Oltre alla beatificazione di Ukon, la Chiesa giapponese festeggerà i 150 anni della rinascita dei cosiddetti “cristiani nascosti”, i "kakure krishitan" citati varie volte da Papa Francesco come esempio di fede cristiana, sopravvissuti alla persecuzione mantenendo salda la fede cristiana.

 

Un film documentario racconterà tutto questo. All'anteprima in aprile , con il Patrocinio del Pontificio Consiglio della cultura, parteciperà anche il cardinale Luis Antonio Tagle.

Ti potrebbe interessare