Un nuovo modo di concepire i rapporti economici e le logiche del mercato

P. Gael Giraud propone nuovi paradigmi economici a partire dal concetto di bene comune e di attenzione alle necessità degli ultimi.

La copertina del volume
Foto: EMI
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Transizione ecologica è il titolo del testo scritto da padre Gael Giraud. Gesuita e docente universitario, l'economia, le persone e l'etica sono l'oggetto del volume edito dalla Editrice Missionaria Italiana.

L'opera giunta per interesse e spessore alla quarta ristampa è un vero e proprio saggio di economia che introduce con semplicità e rigore il lettore nella conoscenza delle dinamiche del mercato.

Scopo del testo è mettere a frutto la conoscenza economica imparando un nuovo modo di essere quotidiano.

Nelle pagine che, veloci, passano sotto gli occhi di chi legge, si evidenzia che la selezione darwiniana dei più forti, che serve talvolta da legittimazione implicita alle derive finanziarie, non ha nulla a che vedere con i Vangeli. L'esperienza cristiana è quella di un Dio che, per l'appunto, è divenuto uno di questi “piccoli” che le nostre società eliminano per essere più efficaci” (pag. 97).

Tale è lo snodo della proposta avanzata dall'autore: transizione ecologica sta per un nuovo modo di concepire i rapporti economici e le logiche del mercato, con una diversa modalità di essere e pensare. Non più il mito del vitello d'oro dato dal profitto, ma la salvaguardia dell'uomo come persona in tutti gli aspetti della propria esistenza.

In questo nuovo modo di essere economia devono brillare tanti nuovi paradigmi, a partire dal concetto di bene comune e di attenzione alle necessità degli ultimi.

In questa metanoia non solo spirituale è necessario ”certamente un tempo di riprendere il nostro cammino politico verso altri modelli di legame sociale, costruiti attraverso il dibattito democratico e non sul muto rapporto di forze delle transizioni finanziarie. Si tratta precisamente del senso spirituale della costruzione di un'Europa comune” (pag. 263).

Tutto ciò aiuta a demitizzare gli idoli che, spesso, portano su vicoli ciechi, impedendo di scorgere gli originali orizzonti, proposti dall'autore.

Diritto, politica ed interesse pubblico rappresentano le altre facce della medaglia che meritano di essere integrate con la sfera economica.

Con una serie di coinvolgenti richiami alla storia economica e culturale europea, il saggio di padre Giraud aiuta a formarsi un pensiero chiaro ed efficace, sulle dinamiche legate al mondo della finanza che tocca cosi da vicino la collettività. Tanti gli esempi e le considerazioni che chiariscono i moltissimi aspetti legati alla realtà.

La sacralità della vita è il filo rosso che l'autore traccia nel corso dell'avvincente lettura, insegnando a mettere il Vangelo con le sue esigenze al centro della vita ed anche dei rapporti economici.

Il lavoro, accurato e di grande profondità, si mostra illuminante meritando di essere letto e ripreso per capire non solo il funzionamento di determinati meccanismi ma l'importanza dell'etica e della fede nei vari aspetti che lambiscono il quotidiano.

 

Gael Giraud

Transizione ecologica.

La finanza a servizio della nuova frontiera dell'economia.

Prefazione di Mauro Magatti.

Editrice Missionaria Italiana, Verona, 4a ristampa Febbraio 2021, pagg. 287, euro 16.00.

Ti potrebbe interessare