Una mostra mercato floro-vivaistica a Santa Maria degli Angeli

Le Rose per dono
Foto: ufficio stampa frati minori
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Tra le iniziative in programma durante l’VIII Centenario del Perdono di Assisi, c'è la prima edizione della Fiera floro-vivaistica “Le Rose per Dono”, organizzata dalla Basilica papale di Santa Maria degli Angeli in Porziuncola in collaborazione con la Api Umbria.

Tutte le raffigurazioni della concessione dell’Indulgenza, compresa la bellissima pala di prete Ilario, che è in Porziuncola, legano “lo scaturire di quel fiume di grazia ad un altro episodio della vita di Francesco”, come riporta un comunicato ufficiale dei frati minori:

“Stando San Francesco nella cella, che era nel giardino accanto alla chiesa di Santa Maria, nel mese di gennaio, e vegliando in preghiera nella notte, ecco Satana che venne e gli disse: “Francesco, perché vuoi morire prima del tempo? O ignori che dormire è l’alimento principale per il corpo? Perché stai facendo altro? […] Perché dunque ti punisci con veglie e preghiere?”. Allora san Francesco uscì dalla cella spogliato dalla veste e entrò nel bosco attraverso una siepe grossa e serrata, consegnando il suo corpo ai rovi e alle spine. E disse: “Inestimabilmente è meglio per me conoscere la passione del Signore, piuttosto che cedere alle seduzioni del nemico”. Quando il corpo fu insanguinato, sopravvenne una grande luce, apparsero numerosissime e bellissime rose bianche e rosse dal mirabile profumo e assieme allo splendore vi fu una moltitudine di angeli sia nella chiesa che presso di essa. E allora gli angeli dissero a san Francesco: “Vai velocemente in chiesa dal Salvatore e dalla madre sua”.

In quel luogo, si conservano ancora oggi le rose senza spine che apparvero a Francesco d’Assisi. Da quella chiesa, in cui si recò con gli angeli, il Poverello chiese ed ottenne l’Indulgenza nota oggi come il Perdono di Assisi, che da 800 anni muove folle di penitenti a “riscuotere” la gratuita misericordia di Dio, e perciò riscattati a vita nuova.

Per chi fosse interessato all’evento, che si terrà a Santa Maria degli Angeli, dal 29 aprile al 1 maggio, si segnala: il 29 aprile alle ore 16.00, nel Chiostro grande del Santuario, l’apertura ufficiale della mostra mercato floro-vivaistica, con interventi di: P. Rosario Gugliotta, Custode della Porziuncola, Stefania Proietti, Sindaco di Assisi e Daniela D’Auria, Presidente SIAF. In piazza Garibaldi: benedizione degli stand floro-vivaistici. Ancora nel Chiostro grande del Santuario: composizioni floreali a cura della Scuola Italiana Arte Floreale Ceramiche d’autore, a cura della Pro-loco di Deruta in collaborazione con gli Artigiani ceramisti di Deruta Infiorate di Spello e di Cannara.

Alle 21.15, come ogni sabato sera, ci sarà la recita del Santo Rosario a cui seguirà la consueta processione aux flambeaux sulla Piazza della Basilica.

Domenica 30 aprile sulla piazza Garibaldi: Stand floro-vivaistici. Alle ore 10.00, sempre sulla stessa piazza, “Fai sbocciare l’artista che è in te”: un laboratorio didattico per i ragazzi delle scuole elementari e medie. Seguirà visita guidata al Santuario. Nei giardini della Basilica ci sarà una estemporanea di pittura.

Nella Sala Pio X, del Santuario della Porziuncola, “oMaggio” a Maria: mostra fotografica di Edicole votive Mariane nel territorio di Assisi.

Lunedì 1 maggio in piazza Garibaldi vi saranno ancora gli Stand floro-vivaistici. Alle ore 16.00, sulla piazza superiore della Basilica, si terrà il Corteo delle Associazioni che culminerà con le offerte delle rose alla Porziuncola.

 

 

Ti potrebbe interessare