Betlemme e Castelnuovo di Porto gemellate per la pace e il dialogo

Castelnuovo di Porto
Foto: Public Domain
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Castelnuovo di Porto si è gemellata con Betlemme.  Il Sindaco  Riccardo Travaglini ha raccontato di essere stato “accolto con uno spirito di grande amicizia”. Ed ha aggiunto: “Il nostro impegno in questo gesto sta a testimoniare la nostra forte tensione al dialogo per una pace che è certamente possibile”.

Racconta il primo cittadino di Castelnuovo di Porto:  “Siamo stati ospiti del Sindaco Salman e abbiamo avuto il privilegio di vedere da vicino, all’interno della Basilica della Natività, i mosaici antichissimi e preziosissimi, in fase di restauro per opera della ditta Italiana Piacenti. Un’occasione unica, poiché, finito il restauro, i mosaici saranno visibili solo da lontano essendo posizionati nella parte alta della Basilica.

L’interesse dimostratoci è dovuto alla proposta, da noi formulata, di orientare la nostra attenzione e collaborazione non sulla “Natività”, il gioiello di Betlemme, una basilica nota nel mondo e che non ha certo bisogno di ulteriore visibilità. L’ipotesi di collaborazione che abbiamo discusso con il Sindaco riguarda la valorizzazione del territorio, delle bellezze di Betlemme poco conosciute che esistono nell’area del Comune e nelle immediate vicinanze.

Aspetti che coincidono con le esigenze di Castelnuovo di Porto che intende lavorare per valorizzare non solo il suo centro storico ma anche percorsi naturalistici all’interno del Parco di Veio dove esistono bellezze antiche e reperti della storia del nostro territorio, oggi abbandonati e non valorizzati.”

“La disponibilità e l’entusiasmo con cui si guarda a questo gemellaggio ci è stata dimostrata anche dalle molte personalità che abbiamo incontrato tra cui  il Console Generale Italiano a Gerusalemme, Fabio Sokolowicz, la Dottoressa Cristina Natoli, Direttore dell’Ufficio della Cooperazione Italiana del Ministero degli Affari Esteri e Padre Ibrahim Faltas che nel 2002  fu chiuso nella Basilca della Natività in assedio durante 39.

Tra le attività comuni c’è la valorizzazione delle risorse culturali e la promozione del turismo sostenibile anche attraverso lo scambio di figure professionali, la mappatura delle risorse esistenti con particolare attenzione al patrimonio intangibile e anche un concorso fotografico aperto ai giovani per sensibilizzare alla conoscenza del territorio oltre allo studio di una applicazione per smartphone per turisti e pellegrini in visita a Betlemme e Castelnuovo di Porto.

I contributi necessari all’attivazione del piano concordato con il Sindaco Salman sono stati messi a disposizione dalla spontanea donazione di un cittadino di Castelnuovo di Porto. Altri sponsor, pubblici e privati, hanno dato la loro disponibilità a contribuire all’iniziativa.

Sarà compito dell’Amministrazione lavorare per far sì che questo gemellaggio sia reso possibile soprattutto grazie a contributi volontari.