Secondo lo “Spirito di Assisi”, la diocesi di Milano realizza la “Tenda del silenzio”

La tenda del silenzio
Foto: Pagina fb ufficiale
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Alle Colonne di San Lorenzo a Milano c’è un angolo per pregare o meditare su “Il silenzio che unisce quando le parole dividono: abbattere i muri dell’indifferenza”, proposto a credenti, non credenti e credenti in altre fedi secondo lo “Spirito di Assisi”.

Il mondo sta vivendo senza dubbio una catastrofe dopo l’altra: uragani, terremoti. Per non parlare delle guerre: sono 47 gli Stati coinvolti in conflitti nel mondo. Non è possibile restare indifferenti davanti a questi dati e altri ancora più terribili. Con questo spirito, domenica 17 (dalle 16 alle 21) e lunedì 18 settembre (dalle 9 alle 21) torna a Milano, alle Colonne di San Lorenzo l’appuntamento con la Tenda del Silenzio, iniziativa organizzata dai Frati e dalla Comunità ecclesiale di Sant’Angelo insieme al Forum delle Religioni di Milano e a varie istituzioni cittadine, con il patrocinio del Comune di Milano. Tutto secondo secondo quello “Spirito di Assisi” che soffia dalla città di San Francesco: dove nel 1986 si tenne lo storico incontro inter-religioso voluto da papa Giovanni Paolo II.

Tema dell’edizione 2017 è “il silenzio che unisce quando le parole dividono: abbattere i muri dell’indifferenza”. Quando le parole possono diventare strumento di divisione e di conflitto, il silenzio può aiutare invece a entrare in una dimensione differente di comune incontro. Per questo il silenzio può diventare un linguaggio universale, un’esperienza di umanità nuova che comunica”.

Come ogni anno, i promotori intendono mettere al centro di Milano una grande tenda bianca, spoglia, provvisoria, povera, dove chiunque possa fermarsi in silenzio a meditare, a pensare, a pregare, se lo desidera, per ridurre la distanza con chi viene descritto come diverso per fede politica o religiosa o perché straniero.