Un grande diplomatico e un grande pastore: è morto il Cardinale Ivan Dias

Il Cardinale Ivan Dias
Foto: Wikicommons Pubblico Dominio
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Era malato da tempo il Cardinale indiano Ivan Dias, morto oggi all’età di 81 anni. Era nato a Bombay il 14 aprile 1936.

Presbitero dal 1958, aveva studiato a Roma perfezionandosi in Diritto Canonico ed entrando a far parte del servizio diplomatico della Santa Sede.

Nel 1982 lo nomina Nunzio Apostolico in Benin, Togo e Ghana. Viene consacrato Arcivescovo dall’allora Segretario di Stato Cardinale Agostino Casaroli.

Nel 1987 viene trasferito in Corea del Sud e nel 1991 in Albania dove accoglie Papa Wojtyla giunto per ricostituire la chiesa martire albanese.Il 25 aprile 1993 accoglie quale Nunzio Apostolico Giovanni Paolo II a Tirana.

L'8 novembre 1996 Papa Wojtyla lo promuove Arcivescovo di Bombay e nel febbraio 2001 lo annovera nel Collegio Cardinalizio assegnandogli il titolo presbiterale dello Spirito Santo alla Ferratella.

Il Cardinale Dias fu grande amico di Madre Teresa di Calcutta. A lei era legato sia dal servizio come Nunzio in Albania sia da quello come Vescovo indiano di una tra le megalopoli più difficili del subcontinente indiano.

Tornerà a Roma nel maggio 2006 quando Papa Benedetto XVI lo sceglie quale Prefetto della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli. Succede al Cardinale Crescenzio Sepe nominato Arcivescovo di Napoli. Benedetto XVI accoglie la sua rinuncia per raggiunti limiti di età il 20 maggio 2011.