Il Papa: "La morte non è una fantasia, ma l'incontro con Dio"

Papa Francesco
Foto: L'Osservatore Romano - ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il rapporto con la morte è al centro dell'omelia del Papa, stamane durante la Messa a Santa Marta.

“Oggi Chiesa, oggi il Signore - riferisce la Radio Vaticana - con quella bontà che ha, dice a ognuno di  noi: Fermati, fermati, non tutti i giorni saranno così. Non abituarti come questo fosse l’eternità. Ci sarà un giorno che tu sarai tolto, l’altro rimarrà, tu sarai tolta, tu sarai tolta. E’ andare col Signore, pensare che la nostra vita avrà fine. E questo fa bene”.

“Pensare alla morte - prosegue il Papa- non è una fantasia brutta, è una realtà. Se è brutta o non brutta dipende da me, come io la penso, ma che ci sarà, ci sarà. E lì sarà l’incontro col Signore, questo sarà il bello della morte, sarà l’incontro col Signore, sarà Lui a venire incontro, sarà Lui a dire: Vieni, vieni, benedetto da mio Padre, vieni con me".

Ricordiamoci sempre - conclude il Pontefice - che alla nostra morte “il Signore verrà a prendermi per andare da Lui”.