Quando gli adolescenti chiacchierano con Gesù

La copertina del libro
Foto: Marta D'AVENIA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Ma davvero di ragazzi di oggi, i millennials non sono interessati a Gesù? Sembra proprio il contrario. Il Vangelo è molto interessante se viene presentato nella sua radicalità.

E’ la tesi di fondo di “ Due chiacchiere con Gesù. Il Vangelo raccontato ad un adolescente” di Alessandro Cristofari, edito da Lindau nella collana La fontana di Siloe.

L’autore, giornalista ed esperto di comunicazione si occupa di formazione dei ragazzi tra i 14 e i 18 anni e mette sua carta il frutto della sua decennale esperienza.

“ Questo libretto è uno strumento per aiutarti” scrive l’autore all’inizio di questa rilettura del Vangelo e aggiunge alcuni consigli; non correre e non avere fretta soprattutto. E non dimenticare di pregare.

Le pagine del Vangelo lette cosi sembrano più immediate per gli adolescenti perché hanno lo stile e il linguaggio dei ragazzi, ma soprattutto trovano le risposte alle loro domande

“I ragazzi di oggi- si legge nella prefazione dello scrittore Franco Nembrini- come quelli di ieri e quelli di domani, hanno bisogno di qualcuno che creda in loro. Di qualcuno che dica loro che il loro desiderio è giusto, è buono, è vero.

Che è possibile vivere all’altezza del propri o desiderio, provare a costruire un mondo un po’ più giusto e un po’ più buono. Di qualcuno che ripeta loro la speranza inaudita: che la morte non è l’ultima parola. Che la delusione, il cinismo, la rassegnazione non sono l’ultima parola sulla vita. Che c’è qualcuno che ti vuol bene così come sei, che è disposto a giocarsi la vita per te e con te, perché il desiderio con cui sei stato messo al mondo possa essere realizzato”.

“Spesso pensiamo che il Cristianesimo sia una somma di regole e invece il Cristianesimo è un a relazione. È innamorarsi di qualcuno. È un dialogo. Dio non è norma, è Padre, scrive Cristofari- Puoi fare la tua orazione, la tua chiacchierata con Gesù, ogni giorno in modo diverso. Puoi raccontargli dei tuoi amici e di te. Ascoltarlo… e allora “Vedrai come nel tempo ti sentirai attratto: Dio è nel tuo cuore mentre leggi e cerchi di farti guidare da questi brevi capitoli. E ti parla. Dio è qui davanti a te, solo per te, e ti vuole parlare, vuole ascoltarti. Ti renderai conto che le emozioni che vivi in una festa, in una discoteca, o sulle montagne russe, passano presto. Invece questo silenzio e questa presenza misteriosa rimangono se vai nel profondo, fino al cuore. E poi lo sai che Dio ha una grande fiducia nelle persone della tua età? Più di chiunque altro”.