25 anni fa la morte del Cardinale belga Suenens

Fu capofila dell'ala riformista al Concilio Vaticano II, Cardinale dal 1961 per volere di Giovanni XXIII

Il Cardinale Leon Joseph Suenens
Foto: pubblico dominio
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il 6 maggio 1996 moriva a Bruxelles il Cardinale belga Leon Joseph Suenens, Arcivescovo emerito di Mechelen-Brussel. 

Nato ad Ixelles il 16 luglio 1904, studiò all'Istituto Saint Mary di Schaerbeek per poi essere ammesso alla Pontificia Università Gregoriana di Roma dove ottenne il dottorato in filosofia e in teologia.

Ordinato presbitero nel 1927, insegnò presso l'Istituto Saint Mary e presso il Seminario minore di Mechelen. Nel corso della II Guerra Mondiale divenne prima vicerettore e successivamente rettore dell'Università Cattolica di Lovanio.

Il 12 novembre 1945 Papa Pio XII lo ha eletto vescovo ausiliare di Malines e titolare di Isinda.

Giovanni XXIII lo ha promosso Arcivescovo di Mechelen-Brussel e Primate del Belgio nel 1961.

Il 19 marzo 1962 lo stesso Giovanni XXIII lo ha creato Cardinale di Santa Romana Chiesa, del titolo di San Pietro in Vincoli.

Partecipò al Concilio Vaticano II, facendo parte della cosidetta ala riformista. Fu nominato da Paolo VI tra i 4 moderatori del Concilio, insieme ai Cardinali Agagianian, Döpfner e Lercaro.

Prese parte ai conclavi del 1963 e ai due del 1978 che elessero Paolo VI, Giovanni Paolo I e Giovanni Paolo II.

Divenne Arcivescovo emerito di Mechelen-Brussel il 4 ottobre 1979.

Ti potrebbe interessare