A Firenze l'evento "Modo Novo - Responsabilità di tutti". L'impegno di Caritas italiana

Modo Novo
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

“Novo Modo – Responsabilità di tutti” giunge alla sua seconda edizione, “un’opportunità per le Caritas diocesane di poter condividere con i partner la sfida” alla base dell’iniziativa, “presentare a un uditorio interessato gli impegni Caritas sui temi della povertà in Europa, i conflitti dimenticati e il diritto al cibo, le migrazioni e l’accoglienza, e passare dal particolare al generale, per condividere percorsi di educazione alla mondialità e di partecipazione della cittadinanza”.

L’evento si terrà a Firenze presso l’Auditorium di Sant’Apollonia da venerdì 23 a domenica 25 ottobre, sul tema “Disuguaglianze: nutrire le diversità, combattere le iniquità” ed è organizzato da Banca Etica, Acli, Arci, Caritas Italiana, Cisl, Fondazione Culturale Responsabilità Etica, Legambiente e da quest'anno anche di Libera – Associazione, nomi e numeri contro le mafie, Fairtrade Italia, CTM Altromercato, Scuola di Economia Civile, Polo Lionello Bonfanti.

Tra i focus tematici di Novo Modo, ambiente, società, economia, legalità. Sarà, spiegano da Caritas, “un’occasione per dialogare sui temi centrali del nostro tempo. Per questo da venerdì a domenica si alterneranno decine di operatori attraverso lectio, seminari, workshop ed incontri che proporranno idee per un diverso modello di sviluppo, tutti ad ingresso libero”.

Caritas Italiana, come tutti i partner, contribuisce al programma della manifestazione, proponendo tre eventi, che si svolgeranno sabato 24 e domenica 25 ottobre 2015.

Sabato 24 ottobre, dalle ore 14,30 alle ore 15,30 si tratterà il tema “Disuguaglianza e povertà in Europa”, con la presentazione dell’ultimo rapporto Caritas Italiana sulle politiche contro la povertà e del rapporto Oxfam Italia sulle disuguaglianze in Europa. Per Caritas Italiana partecipa Nunzia de Capite – Ufficio Solidarietà Sociale.

Domenica 25 ottobre, dalle ore 15 alle ore 16 si parlerà di “Cibo di Guerra” e del reciproco condizionamento tra i conflitti bellici e i beni alimentari” con la presentazione del quinto Rapporto sui conflitti dimenticati, curato da Caritas Italiana in collaborazione con Famiglia Cristiana e Il Regno, ed. Il Mulino. Sarà presente Paolo Beccegato, Responsabile Area Internazionale e Vicedirettore.

L’ultimo evento targato Caritas è in programma domenica 25 ottobre, dalle ore 16 alle ore 17:30 con un focus sul tema “Migranti aprire non serrare. Costruire ponti, abbattere muri”. Il seminario si concentrerà sul fenomeno delle migrazioni globali e sulle drammatiche vicende che in questi mesi stanno interessando l’Europa: l’intento è ribadire il bisogno di un’accoglienza credibile e sostenibile, ma degna e finalizzata all’inclusione. Per Caritas Italiana parteciperà Oliviero Forti, Responsabile Ufficio Immigrazione.

Ti potrebbe interessare