A Loreto la sala del Tesoro diventa la Cappella dei Santi Pellegrini

Dopo la dedicazione della basilica inferiore ai Santi Papi Pellegrini, ora la sala affrescata dal Pomarancio diventa cappella

La Sala del Pomarancio
Foto: www.iluoghidelsilenzio.it
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Diverrà la Cappella dei Santi Pellegrini la Sala del Tesoro, nota anche come Sala Pomarancio della Basilica di Loreto. 

Il 14 novembre l’evento sarà trasmesso in diretta dopo la celebrazione della Santa Messa alle 10.00 presieduta Giovanni Tonucci, Arcivescovo Prelato Emerito di Loreto, nella Basilica della Santa Casa. 

La Sala del Tesoro, custodiva i preziosi doni di notevole valore storico e artistico donati dai fedeli illustri in pellegrinaggio alla Santa Casa e molti ex voto. La sala è stata affrescata  da Cristoforo Roncalli, detto il Pomarancio, tra il 1605 e il 1610. Con immagini che richiamano il rivestimento marmoreo della Santa Casa. Moltissimi sono stati i santi che hanno sostato in contemplazione. 

Sono oltre 207 i santi e i beati censiti che sono stati pellegrini al Santuario. Alcuni hanno segnato la storia, tutti comunque sono splendidi esempi della santità della Chiesa di ogni tempo. Alcuni di loro hanno avuto proprio nella Santa Casa o il dono della vocazione o l’ispirazione di dar vita a istituti di vita religiosa e a movimenti di vario genere. 

Nella seconda metà del secolo XX, oltre ai santi Papi Giovanni XXIII, Paolo VI e Giovanni Paolo II, sono passati nella Santa Casa, grandi figure nel campo della santità, come San Jose Maria Escrivà, Beata Speranza di Gesù, Santa Teresa di Calcutta, Santa Gianna Beretta Molla. A questi si aggiunge la moltitudine di uomini e donne che da secoli giungono pellegrini alla Santa Casa.

Lo scorso 17 ottobre la Basilica Inferiore è stata dedicata ai Santi Papi Pellegrini a Loreto e sono state esposte alcune reliquie del Beato Pio IX, di San Giovanni XXIII e di San Giovanni Paolo II.

Ti potrebbe interessare