A Padova gli appuntamenti per la Quaresima con Sant' Antonio

La teca con la reliquia della lingua di Sant' Antonio a Padova
Foto: messaggerosantantonio.it
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il giorno dopo la celebrazione della Festa della Traslazione di Sant’Antonio, tradizionalmente chiamata Festa della Lingua iniziano gli appuntamenti per la Quaresima nella Basilica di Padova.

Intanto si fa il bilancio di un anno di incontri e pellegrinaggi. Nella Cappella della Reliquie nel 2017 sono transitate 1.183.765 persone e il numero di visitatori complessivi è di circa 3,5 milioni. Per rimanere alle cifre nel 2017 sono state  16.267 le messe celebrate e sulla Tomba del Santo si sono fermati 6.482 gruppi organizzati per un totale di 272.084 pellegrini. Il Paese estero più rappresentato è stato la Polonia con 33.753 pellegrini, una tradizione iniziata con Giovanni Paolo II, ultimo pontefice a visitare la basilica nel 1982, e seguono altri paesi europei fino al più piccolo gruppo di soli 15 fedeli dall’ Islanda.

Molti anche i nomi illustri tra i pellegrini sia ecclesiastici che civili come Paolo Grossi, presidente della Corte costituzionale, l’ambasciatore dello Stato d’Israele presso la Santa Sede Oren David, e altri.

Da domani inizia il programma per la Quaresima per accompagnare i fedeli in questo tempo di preparazione spirituale alla Pasqua. Nei martedì sera dal 20 febbraio al 20 marzo, alle 20.45 nella Sala dello Studio Teologico, il Santo ospita la rassegna “L’uomo Gesù – Da Nazareth a Gerusalemme soffrendo per farsi riconoscere”.

Due i percorsi di visite guidate al Santo: una dal taglio spirituale-riflessivo condotta da un frate, “Quei tre giorni a Gerusalemme” nell’ambito del progetto “PellegrinINarte verso Pasqua” nei giorni di sabato e domenica dal 24 febbraio al 18 marzo, h. 14.30

La visita ripercorre la Passione di Cristo in quella Gerusalemme ritrovata attraverso gli affreschi, le sculture e i luoghi della basilica che narrano della salita al Calvario fino al mattino di Pasqua. La Cappella di San Giacomo e l’altare maggiore della Basilica diventeranno lo scenario di un viaggio al centro del mistero pasquale, passione, morte e resurrezione. La visita è gratuita con iscrizione obbligatoria on line su www.santantonio.org.

Il secondo percorso ha un  storico-artistico “Resurrecturis: percorso tra tombe e sepolcri” nella Basilica del Santo nei mercoledì dal 21 febbraio al 28 marzo, h. 14.30.  Un itinerario dal tardo Medioevo al Settecento, che attraverso la memoria di personaggi illustri conduce a testimoniare la speranza cristiana nell’aldilà ed il desiderio di essere ricordati nella preghiera di chi resta.

Al momento della visità verrà richiesto un contributo di 2 euro a persona per l'utilizzo delle audio-guide. È obbligatoria l’iscrizione on line su www.santantonio.org.

Ti potrebbe interessare