A Porta Asinaria torna il presepe vivente della parrocchia di San Giulio

Una scena del presepe vivente del 2017
Foto: Parrocchia di San Giulio - Facebook
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Sarà Monsignor Gianrico Ruzza, Vescovo ausiliare di Roma per il settore Centro, a benedire ed inaugurare il presepe vivente che sarà allestito da domenica 23 dicembre alle ore 10 a Porta Asinaria, nei pressi della Basilica di San Giovanni in Laterano. A mezzogiorno sarà celebrata la Messa presieduta da don Dario Frattini, parroco di San Giulio, che ha organizzato il presepe vivente, con il patrocinio del Vicariato di Roma e di Roma Capitale.

Ricco il programma delle rappresentazioni. Ogni pomeriggio dalle 16.30 alle 19.30 - 31 dicembre escluso - e la domenica anche la mattina; apertura straordinaria per le scuole il 10 gennaio dalle 10 alle 13; e di nuovo il 12 e 13 gennaio. 

Oltre duecento i figuranti, tutti volontari, impegnati, a turno, nelle diciotto rappresentazioni. Anche quest’anno obiettivo del presepe vivente è quello di raccogliere fondi per riparare la chiesa di via Francesco Maidalchini, a Monteverde, in ricostruzione da maggio del 2016. 

Speriamo di poter rientrare nella nostra chiesa nel 2019. Per raggiungere questo obiettivo, da tre anni la comunità realizza il presepe vivente, che dal 2017 si fa a Porta Asinaria. Non c’è luogo migliore per un presepe, perché siamo vicini alla statua di san Francesco benedicente, che fu il primo a realizzare un presepe vivente, a Greccio”, ha spiegato il parroco di San Giulio, don Dario Frattini.

Ti potrebbe interessare