Abusi, II Giornata nazionale di preghiera per le vittime. La Cei sceglie il tema

La consolazione, non atto formale ma imperativo per la comunità cristiana, diventa – afferma la nota dei Vescovi - prossimità, accompagnamento, custodia, cura, prevenzione e formazione

Il Cardinale Matteo Maria Zuppi, Presidente della CEI
Foto: CEI
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il prossimo 18 novembre la Chiesa italiana celebrerà la “II Giornata nazionale di preghiera per le vittime e i sopravvissuti agli abusi, per la tutela dei minori e delle persone vulnerabili. L’appuntamento, istituito in corrispondenza della Giornata europea per la protezione dei minori contro lo sfruttamento e l’abuso sessuale, coinvolge tutta la comunità cristiana nella preghiera, nella richiesta di perdono per i peccati commessi e nella sensibilizzazione riguardo a questa dolorosa realtà. Il tema che accompagna questo secondo appuntamento di consapevolezza e comunione è tratto dal Salmo 147: «Il Signore risana i cuori affranti e fascia le loro ferite». Dal dolore alla consolazione”, lo afferma una nota della Conferenza Episcopale Italiana.

La consolazione, non atto formale ma imperativo per la comunità cristiana, diventa – afferma la nota dei Vescovi - prossimità, accompagnamento, custodia, cura, prevenzione e formazione. Non si può distogliere lo sguardo davanti alle ferite provocate da ogni forma di abuso, né ci può essere guarigione senza la presa in carico del dolore altrui. Nella fiducia del conforto del Signore in ogni dolore, ciascuno è chiamato a sostenere questa nuova coscienza che matura e cresce nelle nostre Chiese”.

Ti potrebbe interessare