Accogliere e accompagnare. La ricetta di Vallini per la diocesi di Roma

Il cardinale vicario Agostino Vallini con Papa Francesco
Foto: Vicariato
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

“Accogliere” e “accompagnare”. Il Cardinale vicario di Roma Agostino Vallini detta la sua agenda per la diocesi, in particolare per rilanciare una pastorale missionaria a favore delle famiglie, genitori ed adulti. Ieri mattina il vicario del Papa ne ha parlato ai sacerdoti, ieri sera ai catechisti, riuntiti al Laterano, cui ha conferito un “mandato”.

La centralità dei genitori “è la carta vincente”, dice Vallini nella relazione conclusiva del convegno pastorale diocesano, che si è riaggiornato nella sa seconda sessione dopo il grande incontro con Papa Francesco in Piazza San Pietro lo scorso 14 giugno.

I lavori sono successivamente proseguiti nei diversi laboratori tematici, dai quali è emerso con chiarezza che accompagnare i genitori nel cammino della fede “è un’opera di misericordia”.

“Anche dinanzi al dramma dell’immigrazione — ha detto Vallini — ci accorgiamo sempre più che accogliere i migranti vuol dire accogliere famiglie. In presenza di una cultura che snobba il matrimonio e il divenire genitori, è centrale far riscoprire la bellezza del matrimonio. Dunque occuparsi della famiglia manifesta che abbiamo a cuore non soltanto le famiglie di oggi, ma anche quelle di domani”.

Così “la nostra conversione pastorale deve mirare a far comprendere che esseri genitori è il ‘mestiere’ più importante e più bello che esiste ed è un’arte attraverso la quale si esercita la misericordia”.

Ti potrebbe interessare