Al Pime di Milano torna il Congressino: musica, libri e saluto ai missionari in partenza

Due giorni di festa a Milano per la famiglia, sabato 19 e domenica 20 settembre, dal tema "Un'altra Cina"

Slogan
Foto: Ufficio stampa
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Due giorni di festa a Milano per la famiglia, sabato 19 e domenica 20 settembre, dal tema "Un'altra Cina". Torna infatti l'annuale e tradizionale Congressino del PIME, con laboratori per ragazzi, animazioni, musica, presentazioni di libri e stand con prodotti dal mondo, insieme al saluto ai nuovi missionari del Pontificio Istitito Missioni Estere che sono in partenza per le loro destinazioni.

L'evento - fa sapere un comunicato stampa - si svolgerà in presenza, con una diretta streaming per chi vorrà partecipare da casa. Tema di quest'anno è "Un'altra Cina", in concomitanza con le celebrazioni per i 150 anni dalla partenza da Milano dei primi missionari del PIME per la Cina. E proprio la storia e la cultura di questo Paese così al centro oggi dell'attenzione per mille motivi farà da filo rosso agli appuntamenti.

Si comincia sabato 19 alle ore 15 con l'inaugurazione della mostra temporanea "Ogni cosa è fotografata" curata dal Museo PIME Popoli e Culture: raccoglie le immagini straordinarie scattate da padre Leone Nani, missionario nella Cina di inizio 900. La rassegna resterà poi aperta fino al 31 Dicembre.

Nel cortile ci saranno gli stand con i prodotti dal mondo e i laboratori per ragazzi: falegnameria dell'allegria, tiro con l'arco, mandala tibetani e draghi cinesi e Museo Lab. Dalle 17 sul palco sempre all'aperto, spazio alla musica con un grande concerto curato dalla Scuola di musica Cluster.

Momento centrale della due giorni sarà domenica 20 Settembre alle 10,30 la Messa celebrata nel giardino con la consegna del crocifisso ai 9 missionari in partenza: si tratta di due sacerdoti, una suora, una laica e due famiglie che si apprestano nei prossimi mesi a iniziare la propria attività missionaria in Brasile, Messico, Papua Nuova Guinea, Camerun e Bangladesh.

"Tutta la manifestazione avrà come ogni anno una finalità solidale: i fondi raccolti andranno a sostegno del progetto «AcciCINAbili senza barriere», attraverso il quale i missionari del PIME sostengono in Cina i disabili del Centro Huiling, una realtà locale che promuove la cultura della disabilità in un Paese che ha ancora molta strada da compiere in questo senso. Perché è partendo dai più deboli che forse è possibile sognare una Cina diversa rispetto a tante contraddizioni che tuttora vediamo", fa sapere ancora il comunicato stampa.

 

Ti potrebbe interessare