Alluvioni in Indonesia, l'impegno della Caritas Italiana

La Caritas è presente nell'area con diversi progetti. Attivati tre punti di soccorso. Le alluvioni hanno causato quasi 200 morti

Le recenti alluvioni in Indonesia
Foto: Caritas
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Tre punti di soccorso nelle parrocchie locali in Indonesia, per distribuire cibo ed acqua alla popolazione devastata da alluvioni improvvise: la Caritas si mobilita per portare sollievo alla popolazione, prostrata da alluvioni che hanno causato finora oltre 130 morti

Le alluvioni e improvvise frane sono state provocate dal ciclone tropicale Seroja, che ha riversato acqua per quattro giorni consecutivi. La situazione è esplosa la sera di Pasqua, colpendo moltissime zone tra l’isola di Flores, l’isola di Sumba e la parte occidentale dell’isola di Timor.

Caritas Indonesia sin dalle prime  ore  dell’emergenza  è  intervenuta  coordinando  gli  interventi  delle  Caritas  locali  di  Flores  (Larantuka,  Ende e Ruteng), di Timor (Kupang, Atambua) e di Sumba (Weetabula). Fredy Rante Taruk, direttore di Caritas Indonesia, ha sottolineato che "la zona più colpita è quella di Larantuka, da dove ancora non si hanno informazioni chiare date  le  difficoltà  di  comunicazione  per  l’elettricità  che  va  e  viene  e  per  la  connessione telefonica debole", mentre "molte strade sono ancora inaccessibili e l’isola di Adonara, dove i danni sono  stati  maggiori, è  difficilmente  raggiungibile.  Abbiamo già attivato una  raccolta  fondi nella nostra rete Caritas indonesiana. Molte famiglie non hanno più un posto dove potersi riparare".

L’Indonesia è molto spesso colpita da  questo  tipo  di  emergenze  naturali,  ma  questo  episodio  è  stato  particolarmente  violento  e  le  sue  conseguenze  sono  più  gravi  del  solito.  Danni  e distruzioni  sono  avvenuti  anche  a  Timor  Est,  molto  vicino  alla  zona  attraversata  dal  ciclone tropicale, che ora sta proseguendo la sua corsa a sud dell’Indonesia.

Caritas sottolinea che "l’intero  Paese  non  sembra  avere  tregua.  Questa  nuova  emergenza  è  infatti arrivata dopo il terremoto che ha colpito pochi mesi fa la zona di Mamuju e a ridosso dell’attacco terroristico suicida nella cattedrale cattolica di Makassar durante le celebrazioni della Domenica delle Palme. Tutto questo mentre sono oltre 1,5 milioni i contagi da Covid-19 e quasi 42.000 i decessi".

La Caritas sottolinea che "è dunque  quanto  mai  necessaria  ogni  forma  di  collaborazione, tra gli esponenti delle varie fedi religiose, delle istituzioni e della società civile".

Caritas Italiana è presente in Indonesia e collabora con la rete Caritas del paese da più di  15  anni  con  azioni  di  sviluppo,  oltre  a  fornire  aiuti in  caso  di  emergenze  di  varia  natura.

Ti potrebbe interessare