Athletica Vaticana: i maratoneti del Papa corrono per la campagna “Don Bosco nel mondo”

Atletica Vaticana
Foto: Vescovi di Sicilia.org
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Correranno perché “alle bambine indiane non venga più negata violentemente l'infanzia con la costrizione a sposare uomini anziani”, i cinquanta runner di Athletica Vaticana, i cosiddetti “maratoneti del Papa”.

Saranno al via alla Corsa dei Santi mercoledì 1° novembre – partenza e arrivo in Piazza San Pietro – proprio per sostenere la campagna promossa dalla fondazione “Don Bosco nel mondo”.

“Proprio la solidarietà è la cifra di fondo di Athletica Vaticana, la community podistica formata da cittadini e dipendenti della Santa Sede”, spiega monsignor Melchor Sánchez de Toca, segretario del Pontificio Consiglio della cultura, “anima” del team biancogiallo e lui stesso podista di buon livello.

“I maratoneti del Papa' – afferma monsignor Sánchez - correranno nella solennità di tutti i santi per rilanciare il progetto salesiano che denuncia il triste fenomeno delle molte bambine date in spose in India ad adulti e anziani”.

Proprio contro questa consuetudine delle “spose-bambine”, alle quali viene “letteralmente strappata via l’infanzia”, i missionari salesiani della provincia di Bangalore combattono “mettendo a disposizione delle piccole vittime accoglienza, istruzione, assistenza psicologica e formazione sui diritti”.

Con monsignor Sánchez, a correre sulle strade del centro di Roma ci saranno guardie svizzere, vigili del fuoco, gendarmi, farmaciste, giornalisti e ancora dipendenti dei Musei vaticani, tipografi, falegnami, archivisti, bibliotecari, impiegati nei più diversi servizi vaticani, compresa la villa pontificia di Castel Gandolfo. Donne e uomini, ecclesiastici e laici che condividono la passione per la corsa e cercano di promuovere concrete iniziative di solidarietà, rilanciando appelli e messaggi del loro “coach spirituale”: Papa Francesco.

 

Ti potrebbe interessare