Bartolomeo: "Tra cattolici e ortodossi rapporti fraterni e calorosi"

L'Arcivescovo Cacucci e il Patriarca Bartolomeo
Foto: Arcidiocesi di Bari
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

L'Arcidiocesi di Bari ha ceduto ieri alla Chiesa Ortodossa la Chiesa del Sacro Cuore per gli usi liturgici della nostra locale comunità greco-ortodossa. Un gesto ecumenico che arriva durante la visita del Patriarca Bartolomeo I a Bari, in occasione della festa di San Nicola che il Patriarca ha definito "Santo ecumenico, che unisce tutti in un abbraccio davanti all’Altare di Dio".

Bartolomeo ha ringraziato l'Arcivescovo Francesco Cacucci sottolineando come questo gesto sia un "esempio di amore fraterno, che rinsalda gli storici legami tra la Chiesa di Bari con il Trono Ecumenico di Costantinopoli, è il frutto maturo delle relazioni delle nostre Chiese, dopo l’incontro benedetto dal Signore, avvenuto più di 50 anni fa a Gerusalemme, tra i nostri grandi Padri nella Fede, il Papa Paolo VI ed il Patriarca Atenagora, sulle cui orme camminiamo e continueremo a camminare anche la nostra Modestia e il nostro amato Fratello, Papa Francesco".

"In questo tempo – ha aggiunto Bartolomeo – il Signore ha operato con potenza. Il dialogo teologico tra le nostre Chiese avanza, i rapporti sono fraterni, rispettosi, calorosi, e anche quando le difficoltà compaiono, la pazienza e la preghiera sono le nostre armi. Anche in questo il nostro Santo Padre Nicola ci è Maestro".

Concludendo il Patriarca ha invocato la benedizione di Dio con l'intercessione di San Nicola su Bari e sulla sua cittadinanza. Dio - ha concluso - "voglia dare Sapienza e Saggezza alla Sua Chiesa ed ai suoi pastori e a voi amato Fratello Arcivescovo, che ringraziamo di tutto cuore, affinché il nome di Dio sia sempre invocato e glorificato nei secoli".

Ti potrebbe interessare