Chiesa di Taranto. Dal 24 marzo al 17 aprile torna il Mysterium Festival

Torna il Mysterium festival, rassegna culturale promossa dall’arcidiocesi di Taranto con l’Orchestra Ico della Magna Grecia, per accompagnare alla Pasqua la comunità tarantina

Immagine
Foto: Mysterium
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Torna il Mysterium festival, rassegna culturale promossa dall’arcidiocesi di Taranto con l’Orchestra Ico della Magna Grecia, per accompagnare alla Pasqua la comunità tarantina.

Come da tradizione, intorno ai Riti della Settimana Santa tarantina richiama concerti, esibizioni teatrali, percorsi tematici guidati, film, installazioni multidisciplinari.

“Oltre a confermare la centralità dei Riti, riprendiamo con slancio anche il Mysterium Festival; esistono tre cerchi concentrici per vivere la Settimana Santa: la liturgia, a cui partecipano i fedeli; Riti e Processioni che pongono al centro la religiosità popolare, che quest’anno rivolgerà una preghiera anche per le vittime della guerra in Ucraina; dunque il Mysterium Festival, che interessa un pubblico vasto con cultura, musica, teatro”. Con queste parole l’arcivescovo di Taranto monsignor Filippo Santoro ha introdotto la conferenza stampa del Mysterium Festival.

Il percorso culturale, che va di pari passo con quello liturgico, inizia giovedì 24 marzo con il concerto “Misa a Buenos Aires”, nella concattedrale di Taranto, per chiudersi con la nona sinfonia di Beethoven la sera di Pasqua, nella basilica cattedrale di San Cataldo.

Fra i due eventi, numerosi appuntamenti: Simone Cristicchi al Fusco, Milena Vukotic e Anna Ferruzzo al MArTA, una installazione dedicata alla Pace; appuntamenti nei quartieri di Taranto per una città che vibrerà insieme alla musica.

Ricco e variegato il programma del Festival, che per la sua particolarità si presta a molteplici percorsi fruitivi, dalla partecipazione religiosa a quella conoscitiva.

 

Ti potrebbe interessare