Cipro, la prima tappa del prossimo viaggio di Papa Francesco

L'isola è divisa in due: la parte Nord è stata occupata dalla Turchia nel 1974 e si è autoproclamata repubblica indipendente nel 1983

Il Presidente cipriota Anastiasidis
Foto: https://www.presidency.gov.cy/
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il prossimo 2 dicembre Papa Francesco si recherà a Cipro, prima tappa del viaggio apostolico che successivamente – il 4 dello stesso mese - lo porterà in Grecia.

L’isola di Cipro – che fa parte dell’Unione Europea dal 2004 – è l’unico paese del Vecchio Continente ad essere ancora diviso in due da un muro di separazione. La parte nord dell’isola è stata infatti invasa dalla Turchia nel 1974 e autoproclamatasi repubblica indipendente nel 1983. La Repubblica Turca di Cipro Nord è riconosciuta internazionalmente dalla sola Turchia.

Cipro – la cui capitale è Nicosia – è una repubblica presidenziale e l’attuale presidente è Nikos Anastiasidis.

La popolazione conta circa un milione e duecentomila abitanti, la stragrande maggioranza dei quali professa la fede cristiana ortodossa. Le persone di religione cattolica sono circa 25mila.

Quella di Papa Francesco sarà la seconda visita di un Pontefice nell’isola: la prima volta vide protagonista Papa Benedetto XVI nel giugno 2010.

La Chiesa Cattolica a Cipro è presente sia con il rito maronita che ha una sua arcieparchia nell’isola, sia con il rito latino. La giurisdizione ricade sotto il Patriarcato Latino di Gerusalemme.

Il Nunzio Apostolico a Cipro è anche rappresentante del Papa in Israele nonché delegato apostolico a Gerusalemme e in Palestina. La nunziatura a Cipro è stata istituita formalmente da Papa Paolo VI nel 1973.

Ti potrebbe interessare