Coronavirus: il Circolo di S.Pietro continua. Al via la campagna #IONONHOCASA

Covid19: il Circolo di San Pietro continua ad essere sempre al servizio di chi si trova in difficoltà

Slogan
Foto: Circolo di San Pietro
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Prosegue senza sosta la distribuzione dei pasti presso le Cucine economiche del Circolo di San Pietro, nel rispetto di quanto previsto dalla normativa ai tempi del Covid19. Con il determinante aiuto del Cisom, corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta, gli assistiti ricevono un pasto completo in piena sicurezza, al di fuori delle strutture del Circolo (le mense di via della Lungaretta e di via Adige).

Il Circolo di San Pietro, dunque, continua ad essere sempre al servizio di chi si trova in difficoltà. Anche con il nuovo Presidente Niccolò Sacchetti.

Il nuovo Presidente commenta ad ACI Stampa le iniziative del Circolo in questi tempi durissimi per la città di Roma e per il mondo: "Siamo nati 150 anni fa proprio per dare da mangiare ai romani nel momento del bisogno e in un contesto come questo davvero non potevamo tirarci indietro. La Minestra del Papa, così ci hanno chiamati per anni, non si è fermata malgrado le oggettive difficoltà che si erano create".

Rimane aperta, con tutta una serie di precauzioni, la Casa famiglia “S. Giovanni Paolo II”, dove vengono ospitate proprio le famiglie dei bambini ricoverati al “Bambino Gesù”, così come è in funzione l’Asilo notturno per i senza fissa dimora finché, con l’aiuto dell’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Roma, Veronica Mammì, il Circolo non riuscirà a trasferirli in una casa più adatta ad una permanenza h24.

"È possibile contribuire all'azione di carità del Circolo S. Pietro, aderendo e diffondendo il più possibile la nostra nuova campagna, #IONONHOCASA , che ci permette di continuare a distribuire pasti a quanti non hanno la possibilità di proteggersi, rimanendo a casa, ed hanno più difficoltà di prima a trovare un pasto caldo", conclude il Presidente Sacchetti.

Ti potrebbe interessare