Dalle diocesi: gli appuntamenti per i riti della Settimana Santa

La domenica delle Palme
Foto: Diocesi di Cremona
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Da domani, con la Liturgia delle Palme, iniziano in tutte le diocesi le celebrazioni pasquali della Settimana Santa, presiedute dai vescovi e arcivescovi.  Ne citeremo alcune. Ma prima segnaliamo due conferenze episcopali regionali che si sono riunite in questa settimana dopo il Consiglio Permanente della Cei.

I Vescovi del Triveneto (Cet) si sono ritrovati a Santa Giustina Bellunese approfondendo, con il contributo del sacerdote della diocesi di Bolzano-Bressanone don Gottfried Ugolini, il tema della tutela dei minori e delle persone vulnerabili vittime di varie forme di abuso e violenza e si sono quindi confrontati intorno alle prossime linee-guida, al regolamento e all'istituzione del Servizio nazionale di tutela voluto dalla Conferenza Episcopale Italiana. “E' proprio il mandato evangelico che contraddistingue la Chiesa, si è osservato, a richiedere che essa stessa sia attenta e attiva nella tutela dei minori e di chi è vittima di abusi e violenze”. Tra gli elementi sempre più fondamentali al riguardo sono emersi tra l'altro “la capacità e le modalità di ascolto delle vittime, la comprensione del fatto che ogni abuso o violenza (al di là delle sue dimensioni) agisce sulla totalità ed integrità della persona colpita, la necessità di un cambio di cultura (nella mentalità e negli atteggiamenti), l'opera delicatissima ed essenziale di prevenzione, informazione e formazione in ogni momento e fase di vita della Chiesa”.

A Catanzaro l’incontro dei vescovi calabresi durante il quale si sono soffermati su temi “delicati” riguardanti le Chiese e la terra di Calabria. Tra questi la “preoccupante situazione della sanità nei nostri territori, peraltro già denunciata”; l’importanza spirituale e culturale di due eventi che toccano la Calabria come il V Centenario della nascita di San Francesco di Paola e la visita, il prossimo settembre, nell’ Eparchia di Lungro, in occasione dei 100 anni della sua istituzione, di Bartolomeo I, Patriarca di Costantinopoli che visiterà anche il Codex Purpureus Rossanensis conservato nel Museo diocesano di Rossano; l’urgenza “condivisa” data dalla “sfida di passare da una pastorale dei sacramenti ad una pastorale evangelizzante, per rilanciare l’iniziazione alla vita cristiana di quanti bussano alle porte delle nostre comunità”; il rilancio di una pastorale ecumenica, non più chiusa in una pastorale di settore, ma testimonianza di una chiesa in uscita, del dialogo e “l’attenzione sul valore della vicinanza della Chiesa al mondo delle carceri, auspicando una pastorale di prossimità per gli stessi carcerati ed un accompagnamento per gli ex-carcerati”.

Ritornando alle festività pasquali molti gli appuntamenti  a partire da domani con le celebrazioni delle Palme e la Giornata Mondiale della Gioventù a livello diocesano. A Padova, la Festa diocesana delle Palme, vedrà, domani, radunarsi in piazza delle Erbe migliaia di bambini e ragazzi dell’ACR (Azione cattolica ragazzi) e dei percorsi di Iniziazione cristiana insieme a educatori e animatori per fare festa e pregare insieme al vescovo. “Un pizzico di…”, il tema che farà da conduttore della Festa che inizierà la mattina nelle varie parrocchie della diocesi e avrà il suo momento culminante nel pomeriggio con musica, preghiera e dialogo con il vescovo, Claudio Cipolla e la processione lungo le vie attorno alla piazza che si concluderà con la benedizione e lo scambio di auguri. Una festa tutta tesa a riscoprire i “gusti” e i “sapori” che caratterizzano la vita e che si manifestano nei gesti della quotidianità, in famiglia, a scuola, nello sport, nel gioco… A Bologna questa sera, veglia delle palme con benedizione dei rami di ulivo da parte dell’arcivescovo Matteo Zuppi che presiederà la veglia nella Basilica di S. Petronio. A Santa Giustina,nella diocesi di Belluno-Feltre, questa sera l’ascolto della “Passione di nostro Signore Gesù Cristo secondo Giovanni” nella versione in dialetto bellunese. A Prato, ieri sera, i giovani in cammino per le vie del centro storico per la Via Crucis promossa anche quest’anno in preparazione alla Pasqua dalla Pastorale giovanile diocesana. L’idea è quella di vivere le stazioni che ripercorrono la Passione e la morte di Cristo di sera, nei luoghi solitamente vissuti dai ragazzi e le ragazze di Prato per divertirsi. La processione è stata guidata dal vescovo Franco Agostinelli mentre le riflessioni sono state affidate a don Michele Falabretti, direttore del servizio nazionale di Pastorale giovanile della Cei. Sempre oggi nel duomo di Milano l’arcivescovo Mario Delpini, guiderà la Veglia di preghiera In traditione Symboli, alla quale sono invitati i giovani chiamati a testimoniare davanti al Vescovo il dono della fede e i nuovi catecumeni: un gruppo di adulti che si sono preparati da tempo a ricevere nella notte di Pasqua il battesimo. Quest’anno in tutta la diocesi lombarda sono 116. Tra loro 76 sono donne, 40 uomini. Dopo gli italiani (41), il gruppo nazionale più numeroso è costituito da albanesi (24), seguono peruviani (6) e cinesi (5). Gli altri provengono da diversi paesi di tutti i continenti con la sola eccezione dell’Oceania. “In uscita” la Settimana Santa dell' arcivescovo di Pescara-Penne, Tommaso Valentinetti,  e della Chiesa locale che si aprirà con i riti della passione di domani. “Già per la domenica delle palme, dice il presule - sarò nella chiesa parrocchiale di Farindola a conclusione della visita pastorale e a segno della vicinanza che un pastore ha per la sua gente, soprattutto quando è nella difficoltà, nel dolore”. E poi una serie di momenti "itineranti".

Sant’Arcangelo, in provincia di Potenza, accogliere, questa sera,  i giovani della diocesi di Tursi-Lagonegro per la Giornata mondiale della gioventù diocesana. “Anche quest’anno, alle porte della Settimana Santa, vogliamo esprimere ai giovani e alle giovani delle nostre parrocchie che ci stanno a cuore e che vogliamo camminare insieme a loro”, dice il vescovo Vincenzo Orofino. Nella diocesi di Lamezia Terme sarà Pianopoli ad ospitare la Giornata che prevede preghiera, riflessione, musica  e momenti di animazione prima dell’incontro con il vescovo Luigi Cantafora. Ieri sera Via Crucis con i giovani nella diocesi di Trento guidata dal vescovo Lauro Tisi. Nella diocesi di Matera-Irsina, saranno i capannoni della Ferrosud ad ospitare, domani, la celebrazione eucaristica delle Palme presieduta dall’arcivescovo Giuseppe Caiazzo. Celebrazione ieri sera a Firenze, presieduta dal card. Giuseppe Betori, per i cattolici impegnati in ambito sociale, politico, nell’amministrazione pubblica e nell’economia. Sempre a Firenze, ieri sera, Via Crucis con i santi della porta accanto.  Le stazioni sono state accompagnate da alcune figure di giovani santi, beati o comunque testimoni di quella “santità della porta accanto” di cui il Papa parla nella esortazione apostolica “Gaudete et exsultate”.

Intanto, mercoledì, l’ingresso ufficiale, nella diocesi di Palestrina, del vescovo Mauro Parmeggiani, nominato da Papa Francesco lo scorso 19 febbraio, dopo essere stato dal 31 luglio 2017 amministratore apostolico della diocesi che il pontefice ha unito “in persona episcopi” con quella di Tivoli.

Ti potrebbe interessare