Diocesi Bari-Bitonto, c'è lo sportello di ascolto per chi ha dipendenza da gioco d’azzardo

La Caritas diocesana di Bari – Bitonto ha istituito uno sportello fisso e mobile dedicato all’accoglienza, all’ascolto e all’orientamento di giovani e adulti vittime delle vecchie e nuove forme di dipendenza

Locandina evento
Foto: Arcidiocesi Bari-Bitonto
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

La Caritas diocesana di Bari – Bitonto, in collaborazione con la Fondazione Opera Santi Medici Cosma e Damiano, ente gestore del progetto “Riprendi_Te”, ha istituito uno sportello fisso e mobile dedicato all’accoglienza, all’ascolto e all’orientamento di giovani e adulti vittime delle vecchie e nuove forme di dipendenza, con particolare attenzione alla ludopatia.

A dare la notizia è il sito della diocesi di Bari-Bitonto. Lo Sportello ha sede nei locali della “Comunità Lorusso Cipparoli” con apertura mercoledì e venerdì dalle 14:30 alle 17:30. Sono previste, inoltre, forme di ascolto itinerante in sinergia con i centri di ascolto e le Caritas parrocchiali della diocesi.

Il Progetto “Riprendi_te”, sostenuto da Caritas Italiana attraverso fondi Cei 8xmille, vuol essere una risposta concreta alla sempre più frequente domanda di sostanze presente sul territorio diocesano e alle nuove forme di dipendenza tra cui quella da gioco e da device.

Gli operatori sono raggiungibili telefonicamente al 3371061476. Gli operatori e volontari del progetto saranno impegnati, sino al 31 dicembre 2021, nel realizzare, oltre allo sportello, le seguenti azioni: sensibilizzare la realtà locale, ecclesiale e laica. Particolare attenzione sarà dedicata alle vicarie dove si struttureranno incontri con pre-adolescenti, adolescenti, istituti scolastici dell'area metropolitana; attività di supporto alle famiglie; attivazione di 10 percorsi trattamentali per le dipendenze da sostanze o da gioco; attività di ricerca attraverso la somministrazione di questionari e altri strumenti rivolto a giovani ed adolescenti e beneficiari dello sportello. I risultati delle attività di ricerca- azione saranno illustrati all'interno di una pubblicazione.

Ti potrebbe interessare