Diocesi di Padova: il volontariato dei giovani alle Cucine economiche popolari

Occasioni di servizio alle Cucine economiche popolari di Padova a esperienze di incontro e conoscenza di realtà specifiche, che "possono diventare momenti di riflessione personale, di amicizia, di condivisione e non solo"

I giovani alle cucine economiche
Foto: Diocesi di Padova
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Caritas Padova, Pastorale dei Giovani, suore Francescane elisabettine, Fondazione Nervo-Pasini e Opera della Provvidenza Sant’Antonio lanciano alcune proposte per i giovani della Diocesi e di tutta Italia, spaziando da occasioni di servizio (alle Cucine economiche popolari di Padova) a esperienze di incontro e conoscenza di realtà specifiche (l’Opera della Provvidenza Sant’Antonio di Sarmeola di Rubano), che "possono diventare momenti di riflessione personale, di amicizia, di condivisione e non solo".


Il sito della Diocesi di Padova commenta: "La Pastorale dei Giovani della Diocesi di Padova oltre ad accompagnare una serie di proposte e suggerimenti a km0 per far fare esperienza ai giovani nelle proprie parrocchie, rilancia anche fuori dai confini diocesani la possibilità di un’esperienza di servizio alle Cucine economiche popolari di Padova: ogni settimana da giugno a settembre, sei giovani per cinque giorni possono fare servizio di volontariato in sala o nella pulizia degli spazi interni ed esterni. Una proposta per singoli o piccoli gruppi che ha visto già una grande adesione, tanto che le settimane ancora disponibili sono le due centrali di agosto, dal 10 al 14 agosto e dal 17 al 21 agosto".


Ogni giornata inizia alle 8.45 del mattino con un momento di preghiera e di riflessione/provocazione che anticipa e accompagna il servizio del giorno (piccoli lavori di manutenzione o di sistemazione dei locali), per arrivare poi al momento della distribuzione dei pasti allo sportello e al riordino dei locali. La giornata si conclude alle 15.


Accanto al servizio la Diocesi informa che c’è la possibilità di visita, incontro e conoscenza di realtà e progetti sociali o culturali presenti nel territorio; di momenti di preghiera o di spiritualità o di altre iniziative, da costruire insieme in un percorso personalizzato. E per questo sono a disposizione le suore Francescane elisabettine e la Pastorale dei Giovani.

 

Ti potrebbe interessare