Diocesi di Savona, riapre il Complesso Monumentale

Da lunedì 15 febbraio riaprirà il Complesso museale della Cattedrale di N.S. Assunta a Savona

Cappella Sistina a Savona
Foto: Diocesi Savona
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Da lunedì 15 febbraio riaprirà il Complesso museale della Cattedrale di N.S. Assunta a Savona.

Il Complesso comprende la Cattedrale, la Cappella Sistina, il Museo del Tesoro e gli appartamenti di Papa Pio VII. La Basilica, eretta dal 1589 al 1605, conserva opere provenienti dalla vecchia cattedrale, tra cui ricordiamo il fonte battesimale e il coro ligneo commissionato dal Cardinale Giuliano Della Rovere, poi Papa col nome di Giulio II. Il coro è fruibile grazie ad un impianto illuminotecnico che consente di ammirare le tarsie figurate.

Dal chiostro si accede alla Cappella Sistina, voluta da Sisto IV, per accogliere il mausoleo dei genitori. Nel XVIII secolo è stata trasformata in stile rococò.

Le visite saranno possibili tutti i giorni da lunedì a venerdì con orario 10-12 e 16-18 esclusivamente su prenotazione almeno tre giorni prima (al numero 3270281083 oppure all’indirizzo e-mail visitasistina@diocesisavona.it).

"Il venerdì apertura libera al pubblico dalle 15 alle 18, sempre con guida e nel rispetto delle limitazioni sugli accessi e di tutte le altre previste norme anti-contagio. Sono per ora esclusi i sabati e le domeniche come da recenti disposizioni ministeriali in ambito sanitario", spiegano dal sito della Diocesi.

Visitando in particolare la Cappella Sistina e gli appartamenti di Pio VII, sarà inoltre possibile ammirare le opere dello scultore Andrea Salvatori nell’ambito della mostra “diffusa” (allestita anche nella Pinacoteca civica di Savona e ad Albissola Marina al Muda e nello spazio “Lavanderia” dell’associazione Ruga), “Intorno a Michelangelo”, che è stata prorogata fino al 4 aprile.

Ti potrebbe interessare