Don Andrea Cavallini, diamo la nostra vita terrena e riceviamo da Cristo la vita eterna

La omelia nella messa al Santuario dei Divino Amore

Don Andrea Cavallini celebra al Divino Amore
Foto: TV 2000
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Don Andrea Cavallini anche questa sera ha celebrato la messa al Santuario del Divino Amore a Roma. 

Nella sua omelia ha commentato il passo del Vangelo della moltiplicazione dei pani e dei pesci, e ha raccontato una sua esperienza di una signora che nella periferia di Buenos Aires provvedeva il cibo per i poveri. Un giorno si rese conto di non avere abbastanza zucchero ma alla fine era riuscita a dare zucchero a tutti quelli che nel avevano bisogno.

Così forse anche il miracolo di Gesù,  perché quando i cinque pani passano per le sue mani bastano per sfamate la folla, dice Cavallini.

Noi abbiamo e diamo sempre poco, ma se questo viene dato a Cristo lui lo usa per un numero di persone incalcolabile. E questo succede nell’ Eucarestia. Il pane è quello che noi abbiamo portato sull’altare, è la nostra vita, ma è semplice pane e  il Signore ce lo restituisce che è diventato Pane del Cielo che ci da la vita del Cielo. 

Allora dobbiamo dare a Lui, al Signore,  il poco che abbiamo con la certezza che Lui ci darà moltissimo di più. Diamo la nostra vita terrena e riceviamo da Lui la vita eterna diamo la vita a Lui che non desidera altro che donarci questa Vita.

Ti potrebbe interessare