Dopo la Thailandia, il Cardinale Filoni è in missione in Sri Lanka

Il Cardinale Fernando Filoni
Foto: Daniel Ibanez CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il Cardinale Fernando Filoni, Prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli, è giunto in Sri Lanka a distanza di un mese dalle stragi anticristiane del giorno di Pasqua. Oltre 250 i morti accertati negli attentati.

Al suo arrivo il porporato - ricorda l’Agenzia Fides - ha partecipato alla posa della prima pietra della ricostruzione del santuario di Sant’Antonio. In seguito ha fatto il punto della situazione con i membri della locale Conferenza Episcopale.

Domani il Cardinale Filoni incontrerà la popolazione presso la chiesa di San Sebastiano di Negombo, e venerdì - prima del rientro a Roma - è previsto un incontro con i sacerdoti e i religiosi.

Il Prefetto di Propaganda Fide è giunto in Sri Lanka dalla Thailandia dove si è recato per le celebrazioni in occasione  del 350° anniversario del Vicariato apostolico del Siam.

“Come cristiani - ha detto, come riporta ancora l’Agenzia Fides, il Cardinale Filoni nella Messa celebrata nella chiesa dell’Assunzione, nel villaggio della missione Mae-Porn, nella diocesi di Chiang Mai, in Thailandia - abbiamo la missione di annunciare Gesù come il Salvatore del mondo, secondo il nostro stato di vita. Tutti noi abbiamo questa responsabilità di testimoniare la nostra fede”.

“La Chiesa - ha proseguito il presule - continua la stessa missione del Redentore. E’ il segno e lo strumento di salvezza per l'umanità. Attraverso la Chiesa, il Signore affida la sua missione di proclamare il Vangelo a tutti i fedeli cristiani in diversi modi o capacità. Il rafforzamento della vostra vita di fede è importante per l'opera di evangelizzazione. La partecipazione regolare alla Santa Messa e alle altre celebrazioni liturgiche nelle comunità parrocchiali è importante per rafforzare la vostra fede. La lettura della Bibbia aiuterà a conoscere meglio l'amore di Dio rivelato nella storia, specialmente nella persona di Gesù come Figlio di Dio. I vostri gesti di amore o di carità verso i vicini bisognosi nei vostri villaggi contribuiscono a dare testimonianza al comandamento dell’amore”.

 “Questo momento storico del 350° anniversario dell'inizio dell'istituzione della gerarchia porta alla nostra attenzione la necessità di un nuovo slancio missionario. Gli sforzi pionieristici dei missionari che hanno portato la Buona Novella della Salvezza al popolo thailandese devono continuare. La formazione missionaria è ora compito della Chiesa locale. Questo lavoro deve essere visto come centrale per la missione della Chiesa in Thailandia. Pertanto, ogni sforzo per l'evangelizzazione deve essere un elemento chiave nell'attività pastorale degli istituti religiosi, di parrocchie, scuole, movimenti laicali e, in particolare, dei gruppi di giovani nelle vostre Chiese particolari”, ha detto il Cardinale nel suo discorso alla Conferenza Episcopale thailandese.

Ti potrebbe interessare