Dopo Ratzinger Bertone, pubblicate le conferenze tenute al Centro Papa Luciani

A Santa Giustina nel bellunese l'attività spirituale e culturale non si ferma

Una foto della conferenza
Foto: papaluciani.it
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Per chi ha voglia di “saperne di più” senza impegnarsi in letture troppo specializzate la serie di testi raccolti della rassegna culturale “Illustrissimi” del Centro Papa Luciani è perfetta. 

Una serie di volumetti che mettono al centro delle conferenze  tenute negli anni passati da personaggi come l’allora Cardinale Ratzinger o come nell’ultimo volumetto in libreria dal cardinale Bertone. 

Come per il futuro Papa Ratzinger (a Belluno andò in visita nell’ottobre 2004 pochi mesi prima della sua elezione a pontefice), anche il cardinale Bertone il giorno seguente alla conferenza, presenti il vescovo mons. Andrich, il prefetto Barbato, il sindaco di Santa Giustina Vigne e il direttore della Libreria Editrice Vaticana don Costa, aveva presieduto la messa nella cattedrale di Belluno. In occasione della visita di importanti personalità ecclesiastiche e i promotori della rassegna “Illustrissimi” organizzano anche visite a Belluno e Feltre per la promozione del territorio.

Il testo del cardinale Bertone è molto piacevole da rileggere e permette una veloce riletture di molti eventi degli ultimi anni raccontanti direttamente dal protagonista. 

Interessante e per certo aspetti molto illuminante la primissima parte del testo del Cardinale Bertone del luglio del 2014.: “La mia vocazione salesiana e sacerdotale, che era indirizzata all’educazione dei giovani secondo lo spirito di don Bosco, è stata, subito dopo l’ordinazione sacerdotale, orientata alla specializzazione in morale sociale e in diritto canonico, quindi ad approfondire il concetto di società nei due versanti politico ed ecclesiale. Perciò anche tenendo conto della mia personale tendenza a seguire con passione le vicende della società in cui ero immerso, ho studiato la comunità politica e la Chiesa come società soprannaturale dei credenti in Cristo, collocandomi nella filosofia del personalismo cristiano e inserendomi perciò in una molteplice rete di relazioni interpersonali e sociali. In tal modo ho valorizzato, in un certo senso, un orientamento che veniva man mano sviluppandosi a motivo degli incarichi assegnatimi e, nello stesso tempo, ho portato avanti la specializzazione nelle due facoltà di teologia e di diritto canonico, studiando e approfondendo il diritto costituzionale delle due società interfacciate, e la storia dei rapporti Stato-Chiesa”.

Nella parte finale di questo libro viene riportata l’intervista realizzata da De Donà che cura la serie di pubblicazioni,  sui temi inerenti la differenza dei termini “Chiesa cattolica”, “Città del Vaticano” e “Santa Sede” spesso impropriamente utilizzati anche in ambito giornalistico; il futuro dell’Europa; il ruolo della diplomazia pontificia e l’apporto alla pace; il concetto di ingerenza umanitaria; il diritto all’acqua; il rapporto etica-economia; il ruolo dei cristiani in politica. Infine un breve ricordo personale di Papa Albino Luciani.

Il libro con la conferenza di Joseph Ratzinger del 2004 “Religioni, fede, verità e tolleranza” raccoglie anche l’ interessante e coinvolgente dibattito con il pubblico su diverse tematiche come l’Europa, l’ecumenismo, l’educazione, le sette in America Latina, la sofferenza e il male. E un ricordo personale sulla figura di Papa Giovanni Paolo I.

Ti potrebbe interessare