E dopo la Messa la festa per i poveri di Madre Teresa

Il pranzo in Aula Paolo VI
Foto: De Vivo
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Tutto campano il pranzo per 1.500 persone organizzato dall’Elemosineria pontificia al termine della canonizzazione di Madre Teresa di Calcutta.

Gli invitati sono poveri e bisognosi, soprattutto delle case delle Suore di Madre Teresa e provengono da tutta Italia: da Milano, Bologna, Firenze, Napoli e da tutte le case di Roma. Hanno viaggiato durante la notte con diversi pullman per partecipare prima alla Canonizzazione e poi al pranzo.

Al servizio circa 250 Suore di Madre Teresa, 50 Fratelli della Congregazione maschile e da altri volontari.

La pizza viene preparata da una pizzeria napoletana con il proprio staff di quasi 20 persone e con la propria attrezzatura mobile. E come dolce le sfogliatalle offerte da una pasticceria di Pompei.

Le sfogliatelle per il Papa sono state mandate in camera. Per il Santo Padre è stato realizzato anche in anteprima il Pangelso, un lievitato  con gelsi del Vesuvio, limoni di Sorrento e mentuccia cristallizzata: lo degusterà in privato.

Ti potrebbe interessare