E' morto a 95 anni il Cardinale Achille Silvestrini

Lavorò per decenni in Segreteria di Stato, fu creato cardinale da Giovanni Paolo II nel 1988

L'allora Arcivescovo Silvestrini nel 1985
Foto: Villa Nazareth
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Aveva compiuto 95 anni lo scorso 25 ottobre, il Cardinale Achille Silvestrini, morto oggi a Roma. E’ stato tra i più influenti ed autorevoli prelati a livello internazionale per diversi decenni.

Nato a Brisighella - in provincia di Ravenna - il 25 ottobre 1923, è stato ordinato sacerdote nel 1946 per poi laurearsi Lettere a Bologna e in Diritto a Roma. dopo la specializzazione alla Pontificia Accademia Ecclesiastica, nel 1953 inizia a lavorare in Segreteria di Stato.

Segretario particolare dei Cardinali Domenico Tardini e Giovanni Amleto Cicognani è stato poi responsabile dei rapporti con le organizzazioni internazionali e sottosegretario dal luglio 1973 Sottosegretario del Consiglio per gli Affari Pubblici della Chiesa.

Nel 1979 Giovanni Paolo II lo elegge Arcivescovo titolare di Novaliciana, nominandolo segretario della sezione per i Rapporti con gli stati della Santa Sede.

Nel giugno 1988 entra a far parte del Sacro Collegio: viene infatti creato Cardinale di Santa Romana Chiesa - diacono di San Benedetto fuori Porta San Paolo - e nominato Prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica.

Tre anni dopo lo stesso Giovanni Paolo II lo nomina Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali. Nel 2000 rinuncia per raggiunti limiti di età.

Nel 1995 è stato Presidente delegato all’Assemblea speciale per il Libano del Sinodo dei Vescovi.

Il Cardinale Silvestrini è sempre stato legato a Villa Nazareth, istituzione per i giovani fondata dal Cardinale Domenico Tardini di cui è stato Presidente.

Con la morte del Cardinale Silvestrini il Collegio cardinalizio risulta composto da 215 porporati, 118 elettori e 97 ultraottantenni. 

 

Ti potrebbe interessare