E' morto il Cardinale Cacciavillan, un diplomatico collaboratore di Giovanni Paolo II

Fu Cardinale Protodiacono e Presidente dell'Apsa. In precedenza fu Nunzio Apostolico negli USA

Il Cardinale Agostino Cacciavillan
Foto: Holy See Press Office
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

E’ morto il Cardinale Agostino Cacciavillan, Presidente emerito dell'Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica e diplomatico vaticano di lungo corso. Era nato a Novale di Valdagno, in provincia di Vicenza, il 14 agosto 1926.

Ordinato sacerdote il 26 giugno 1949, successivamente studia a Roma e si specializza in diritto canonico. Entra poi alla Pontificia Accademia Ecclesiastica per poi entrare nel Servizio diplomatico della Santa Sede.

Dopo un breve periodo in Segreteria di Stato, viene inviato nelle Filippine, poi in Spagna e in Portogallo. Torna in Segreteria di Stato tra il 1968 e il 1976 quando Papa Paolo VI lo ha eletto Arcivescovo titolare di Amiterno nominandolo contestualmente Pro Nunzio Apostolico in Kenya e Delegato Apostolico nelle Seychelles. In Kenya dal 1976 al 1981 fu anche Osservatore Permanente della Santa Sede presso gli Organismi delle Nazioni Unite per l'Ambiente e gli Insediamenti Umani.

Il 9 maggio 1981 il Papa Giovanni Paolo II lo ha nominato Pro-Nunzio Apostolico in India, e nel 1985 anche Pro-Nunzio Apostolico in Nepal.

Dal 1990 viene scelto come Nunzio Apostolico negli Stati Uniti e Osservatore Permanente della Santa Sede presso l'Organizzazione degli Stati Americani.

Sempre Giovanni Paolo II 5 novembre 1998 lo richiamò in Vaticano quale Presidente dell'Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica.

Nel 2001 è stato creato Cardinale, della diaconia – poi elevata a titolo presbiterale - dei Santi Angeli Custodi a Città Giardino.

Nel 2002 si ritirò per raggiunti limiti di età.

Nell'aprile 2005 prese parte al conclave che elesse Benedetto XVI. 

Dal 2008 al 2011 fu Cardinale protodiacono.

Appresa la notizia della morte del porporato il Papa ha espresso il suo cordoglio in un telegramma inviato alla nipote del Cardinale.

Il Cardinale Cacciavillan – ha scritto il Pontefice – “con dedizione esemplare e acutezza di pensiero ha generosamente profuso i tanti talenti ricevuti per il bene della Chiesa. Con gratitudine faccio memoria del suo ministero”  e dei “numerosi incarichi svolti con grande competenza, infaticabile abnegazione e gioviale apertura d’animo”.

 

 

 

 

Articolo aggiornato alle 0re 20.00 del 05-03-2022

Ti potrebbe interessare