#estateincittà2 con le monache agostiniane dei Santi Quattro Coronati a Roma

Il manifesto di #estateincittà2
Foto: Monache Agostiniane
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Chi dice che l’estate è un tempo di distrazione dal sacro e dalla preghiere non consce la iniziativa #estateincittà2 delle Monache Agostiniane dei Santi Quattro coronati a Roma.

Per il secondo anno infatti la Comunità vuole offrire, a tutti coloro che trascorreranno l’estate in città, un’occasione di preghiera, un vero tuffo rigenerante nella vita interiore. “Sono sempre di più le persone che, per motivi vari, non possono scegliere luoghi diversi dalla città per trascorrere le loro vacanze- scrivono le monache-  e tra loro sono tanti quelli che chiedono e cercano spazi di quiete anelando a trascorrere e gustare tempi di preghiera, di raccoglimento, di riflessione e di comunione. Anche noi Monache Agostiniane dei Santi Quattro Coronati, per vocazione, rimaniamo in città, condividendo lo stesso anelito di vivere un tempo di intensa relazione con Dio”.

L’appuntamento è per le due ultime domeniche di luglio, il 22 e il 29, e le prime di agosto  il 5 e il 12. Si inizia alle 19.00  con un tempo prolungato di preghiera e adorazione con l’esposizione eucaristica, la preghiera del Vespro, alcune meditazioni agostiniane, tempi di silenzio e di preghiera personale, fino alle 22.00, per concludere con la preghiera di Compieta. “Le quattro serate di preghiera saranno anche un’opportunità per riflettere insieme su alcune tematiche, importanti per la vita di ogni credente, a partire da testi del santo padre Agostino: preghiera, felicità, comunione e misericordia” spiegano dalla comunità.

Da anni nel monastero di clausura nel cuore di Roma e non lontano da san Giovanni in Laterano le agostiniane offrono una serie di appuntamenti con la preghiera e la riflessione biblica. Lo scorso inverno il progetto “ Donne di Dio” ha proposto alle giovani in ricerca degli incontri nei fine settimana per conoscere le donne delle Scritture. La loro newsletter permette a chi lo desidera di essere aggiornati sulle varie iniziative di preghiera.

Il monastero è un luogo visitato dai turisti per la sua storia e la sua bellezza, così chi visita la stupefancente Aula Gotica con lo straordinario ciclo pittorico, o il chiostro può vivere anche una esperienza di preghiera intensa e completa.

Il complesso che ha la sua origine nel V secolo, a metà del 1500 divenne orfanotrofio, poi alcune ragazze abbracciarono la regola monastica agostiniana e il Papa decise di destinare loro il complesso dei Ss. Quattro Coronati, che si trovava nel silenzioso e appartato colle del Celio, le Monache si trasferirono nel 1564 e si occuparono delle giovani orfani fino al 1872, quando lo Stato italiano soppresse il conservatorio delle zitelle (come allora si chiamava l’orfanotrofio femminile). Da oltre 450 anni, che le agostiniane con fede, impegno e affetto custodiscono e proteggono il monastero e le sue ricchezze, culturali e spirituali. 

 

Ti potrebbe interessare