Germania, un "medico delle bambole" riparerà gratis la Madonna decapitata di Straubing

Marcel Offermann, di famiglia cattolica, garantisce che sarà pronta già ad inizio anno

Marcel Offermann
Foto: FB
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Sebbene il giallo della statua della Vergine Maria - rinvenuta senza testa lo scorso giovedì 22 ottobre nella Chiesa dei Gesuiti della cittadina di Straubing, nella Diocesi di Ratisbona - non sia stato ancora risolto dalla polizia locale, la storia della Madonnina decapitata, che aveva commosso migliaia di persone nei social network tedeschi, sembra ora avviarsi verso una felice conclusione. Un generoso restauratore di bambole, statue sacre e figure del presepe si è infatti fatto avanti, offrendosi di riparare la statua a titolo gratuito.

A riattaccare la testa alla Madonna decapitata di Straubing sarà Marcel Offermann, originario della città di Neuss nel Nordreno-Vestfalia, proveniente da una famiglia "inguaribilmente cattolica", di professione medico e, al contempo, restauratore di statue e bambole. L´ironica analogia tra i due mestieri non sfugge ai suoi clienti, come lui stesso racconta: "Tutti mi dicono: “Forte! Lei non è solo medico delle statue, ma cura anche persone vere!“. Insomma, le referenze professionali sembrano esserci davvero tutte.

"Ho letto per la prima volta la notizia della decapitazione – racconta il dottor Offermann – sull´edizione online del Bild e sulla pagina Facebook di Katholisch.de. Mi è dispiaciuto molto. La storia mi ha preso su un piano ideale. E siccome di mestiere riparo bambole, figure sacre e statue, ho pensato di preservare la Madonna dal destino di Maria Stuart e riportarla allo stato originario. Ho chiamato subito monsignor Johannes Hofmann, parroco di San Giacomo a Straubing, cui la statua appartiene. Abbiamo telefonato a lungo ed ora siamo in costante contatto. È sembrato molto alleggerito quando mi sono offerto di riparare la statua…".

Il parroco, infatti, aveva già contattato il responsabile dei restauri della cattedrale di Ratisbona e s´era, per così dire, già preparato psicologicamente a ricevere un preventivo a tre o quattro zeri. "Quando gli ho offerto di riparare la statua gratis – racconta ancora Offermann - è stato molto contento. Da oltre 20 anni, nella mia Clinica delle bambole, restauro e riparo figure sacre o statue del presepe in tutta l´arcidiocesi di Colonia e anche oltre. Per me è una questione di coscienza, se si vuole".

I tempi di esecuzione saranno relativamente veloci. "Andrò a prendere personalmente nel Bayern la statua prima di Natale, la porterò da noi e credo che già all´inizio del nuovo anno sarà pronta. Per il trasporto inseriremo la statua in una specie di telaio. Non la caricheremo semplicemente sul camion. Tutto sarà fatto con una certa dignità", promette il medico-restauratore.

Parlando di restauro sembra che il problema della Madonnina non sia solo la testa staccata dal corpo. "La statua in questione – diagnostica Offermann - soffre dello stesso fenomeno che colpisce tutte le figure sacre nelle chiese. Sono spazi notoriamente poco riscaldati, piuttosto freddi e umidi. L´umidità, negli anni, penetra nei materiali. Quindi quando la testa è stata staccata dal corpo della statua questo è avvenuto con dei materiali che internamente erano già danneggiati e porosi. Questo dovrà essere tenuto in conto durante il restauro".

Il medico-restauratore spiega come: "Per prima cosa asciugheremo la statua. La figura resterà una settimana nella camera di essiccazione per eliminare l´umidità dal materiale. Poi toglieremo le scheggiature e moleremo ogni singolo pezzo. Poi fisseremo la testa usando delle staffe di metallo. Gli interstizi li riempiremo col gesso. Limeremo le eventuali sporgenze delle applicazioni e lavoreremo tutta la struttura, anche la veste di Maria. A volte servono 30 o 40 passaggi. Infine passeremo una mano di fondo e. dopo che si sarà seccato, passeremo due o tre strati di colore. Come ultima cosa, un passaggio di fissante trasparente".

La storia della statua decapitata della Madonna di Straubing ha coinvolto il dottor Offermann a più livelli: su un piano di coscienza, religioso e professionale. La testa della statua, alla quale era stata applicata una mascherina per la prevenzione della diffusione del virus Covid-19, è un dettaglio che si interseca con la biografia del medico-restauratore. "Non credo che il danneggiamento della statua sia dovuto ad una lite tra ragazzi finita male. In questo caso non si sarebbe messa una mascherina anti-coronavirus sul volto della statua. Credo piuttosto che qualcosa si sia infilato in qualche mente disturbata. Evidentemente delle motivazioni politiche sono state mischiate con l´elemento religioso. Sono medico di Pronto soccorso e dirigo una stazione di ambulanze. Abbiamo a che fare tutti i giorni con persone che, a causa del Covid-19, respirano a fatica. Ho quindi un´opinione molto chiara su chi crede che le mascherine siano inutili e che tutto sia una enorme congiura… Certamente si può avere un´opinione diversa dalla mia – conclude il dottor Offermann - basta che non ci si sfoghi con la Madre di Dio".

Ti potrebbe interessare