I 250 anni della 'Università del Papa' la Lateranense

Iniziano le celebrazioni e gli eventi che ricordano il legame speciale di questo ateneo alla Santa Sede

L'Aula Magna della Pontificia Università lateranense
Foto: Diocesi di Roma
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Era il 1773, quando Papa Clemente XIV soppresse la Compagnia di Gesù e affidò le facoltà di teologia e di filosofia del Collegio Romano al clero della diocesi di Roma. La nuova “istituzione” in virtù del Breve Commendatissimam publicarum scholarum del 24 novembre 1773 era sotto l’immediata dipendenza del Papa, che la chiamò “collegio, seminario e università”.

Papa Leone XII, nel 1824, restituendo il Collegio Romano alla Compagnia di Gesù, con il Breve Recolentes animo del 10 aprile volle che le scuole e il seminario continuassero nel palazzo di sant’Apollinare, che divenne così il “Seminario Romano”.

Le celebrazioni dei 250 anni della fondazione della "seminario del Papa" come lo ha sempre chiamato Giovanni Paolo II sono iniziate il 5 ottobre 2022 e sono una occasione per ripercorrere la storia di un ateneo che oggi è frequentato da sacerdoti, religiosi e anche molti laici. 

Quando nel 1853 Papa Pio IX con la Bolla Cum Romani Pontifices, del 28 giugno, e il Breve Ad piam doctamque, del 3 ottobre confermò le Facoltà di S. Teologia e di Filosofia, e istituì le Facoltà di Diritto canonico e di Diritto civile e criminale, donò anche la Biblioteca personale e la incrementò con fondi librari e donazioni.

Fu poi San Pio X fa costruire la attuale sede con  il Seminario Romano Maggiore sul terreno di proprietà della Sede Apostolica presso l’Arcibasilica Lateranense,  almeno per le Facoltà di Filosofia e S. Teologia. 

Papa Pio XI, che promulgò la Costituzione Apostolica Deus Scientiarum Dominus  nel 1931 volle che l’Ateneo Lateranense fosse il primo ad applicarla e le Facoltà giuridiche costituirono il Pontificium Institutum Utriusque Iuris. Il 3 novembre 1937 fu inaugurata la nuova sede dell’Ateneo,  dove furono trasferite tutte le Facoltà.

Fu poi Pio XII nel 1958 a volere presso l’Ateneo il Pontificio Istituto Pastorale.

Giovanni XXIII, già alunno e docente, con “motu proprio” Cum inde ab aetatis flore 17 maggio 1959 conferì all’Ateneo il titolo di Università.

Come si legge nel sito della università nel 1960 fu fondato l’Istituto patristico-medioevale “Giovanni XXIII”, nel 1962 nasce la Cattedra di San Tommaso, nel 1964l’Istituto Leoniano di Alta Letteratura.

Papa Paolo VI, visitò l’Università il 31 ottobre 1963, ma il rapporto strettissimo tra la Pontificia Università Lateranense e il  Papa è stato speciale per Giovanni Paolo II che il 16 febbraio 1980 dice che il titolo di 'Università del Papa' è "indubbiamente onorifico, ma per ciò stesso oneroso".

Benedetto XVI, il 21 ottobre 2006, la chiama la" “mia” Università, perché questa è l’Università del Vescovo di Roma".

Infine Papa Francesco con la Lettera Il Desiderio di Pace del 12 novembre 2018 ha istituito il Ciclo di studio inter-facoltà e inter-istituto in Scienze della Pace per il conferimento dei relativi gradi accademici a norma della Veritatis gaudium.

Con i nuovi Statuti  del 2020 arrivano l’Accademia Alfonsiana di Teologia Morale, dei Redentoristi, l’Istituto Patristico Augustinianum degli Agostiniani, l’Istituto Claretianum di Teologia della Vita Consacrata dei Claretiani, già incorporati alla Facoltà di Teologia.

Ti potrebbe interessare